Sud, il commiato del ministro De Vincenti

56
In foto Claudio De Vincenti

“Un anno e mezzo di impegno al massimo, faticoso ma anche emozionante. Per me, professore di economia, una straordinaria esperienza di ascolto dei problemi e delle speranze del Mezzogiorno d’Italia e delle altre aree in difficoltà del nostro Paese, per costruire insieme le risposte necessarie ad aprire finalmente per tutte loro una nuova fase di sviluppo economico e sociale. Sarei presuntuoso se dicessi che la missione è compiuta: troppe e troppo profonde le ferite prodotte da decenni di stagnazione e dai contraccolpi di una crisi lunga e pesante come quella del 2008-13. Ma ci sono oggi segnali di ripresa che tutti gli indicatori sottolineano. Lascio quindi l’incarico di ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno con la coscienza a posto. Al Governo che subentra il compito di non buttare a mare quanto fin qui fatto e, anzi, di portarlo avanti. I cittadini del Sud e di tutto il nostro Paese lo meritano”. È quanto scrive Claudio De Vincenti sul sito www.coesionemezzogiorno.it dove viene pubblicato anche un indice ragionato delle principali misure adottate.