Sudan, Italians for Darfur: un milione di firme per salvare la sposa bambina

58

Italians for Darfur ha raccolto finora un milione di firme per salvare dall’impiccagione Noura Hussein, la ragazza 19enne condannata a morte per aver ucciso l’uomo che era stata costretta a sposare quando era solo una bambina. In un comunicato Italians for Darfur ricorda che, in accordo con gli avvocati di Noura Hussein con i quali è in diretto contatto la presidente Antonella Napoli, l’organizzazione ha lanciato ”una mobilitazione internazionale di cui è capofila attraverso una petizione su Change.org che ha già raccolto quasi un milione di firme, insieme ai promotori di altri appelli simili in tutto il mondo”. “E’ particolarmente importante che questo risultato sia raggiunto nel giorno in cui viene depositato il ricorso contro la sentenza di condanna a morte per la giovane sudanese che da sposa bambina aveva ucciso il marito impostole dalla famiglia”, dichiara Napoli, presidente di Italians for Darfur.