Suicidio assistito, Marco Cappato in caserma per auto denunciarsi: rischia 12 anni di carcere

20
in foto Marco Cappato (fonte sito ufficiale)

Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, si è recato in caserma dei carabinieri a Milano per auto denunciarsi dopo aver accompagnato la signora Elena, malata oncologica terminale, in Svizzera dove la donna è morta ieri grazie al suicidio assistito. Cappato rischia fino a 12 anni di carcere.