Suor Orsola Benincasa, il rettore Lucio D’Alessandro: Napoletani disorientati. Manca un’istituzione guida

140
In foto Lucio D'Alessandro, rettore della Suor Orsola Benincasa

“Il disorientamento è dovuto alla ricerca di una istituzione-guida. Con regole precise le persone rispettano le decisioni”. Lo ha dichiarato il rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa Lucio D’Alessandro intervenendo nella trasmissione “Barba e capelli” condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc Targato Italia. Sulla situazione della formazione D’Alessandro analizza: “L’università in queste condizioni ha dimostrato due cose: è un punto di riferimento fisso per la cultura del Paese perché non si sono mai fermate e poi ha dimostrato una straordinaria flessibilità come luogo più vicino al futuro. Ha trasferito nella modalità on line un surrogato della didattica, entrata nelle case degli studenti facendo partecipare le stesse famiglie. Le università della Campania stanno facendo il possibile perché tutte le attività in presenza, come i laboratori, possano continuare”. Infine, i progetti futuri annunciati dal Rettore: “abbiamo proposto un libro bianco per la ricerca con temi relativi alla didattica, alla tenuta psicologica e al supporto tecnologico. Un aspetto molto bello è la piattaforma di Unisob con le mostre on line. Speravamo per Natale di inaugurare la cappella Pignatelli ma sicuramente per la primavera avremo a disposizione questo gioiello”.