Svezia e Danimarca, per Cpf successo al Nordic Countries Roadshow

31

Cpf-Consorzio Promozione Filati si prepara al prossimo Pitti Filati e nel frattempo ha portato avanti la sua attività con iniziative all’insegna dell’attenzione per mercati europei di nicchia e della solidarietà col mondo dell’infanzia e della maternità. Si è infatti appena concluso in Svezia e Danimarca The Nordic Countries Roadshow, che si è avvalso anche del sostegno della Regione Piemonte: prima a Stoccolma e poi a Copenaghen, 21 aziende italiane produttrici di filati si sono presentate sotto l’insegna Feel the Yarn Italian Excellence a mercati non ampi come dimensioni ma qualificati ed esigenti. Le aziende partecipanti sono per lo più consorziate di Cpf; ve ne sono anche altre estranee al consorzio ma interessate ai suoi servizi. Un’operazione preziosa anche perché le imprese italiane del settore generalmente non hanno agenti dedicati alle nazioni del Nord Europa e iniziative come The Nordic Countries Roadshow sono quindi particolarmente utili per acquisire contatti altrimenti difficili da cogliere. I 300 incontri b2b che si sono realizzati nei due giorni complessivi del roadshow testimoniano la positiva accoglienza ricevuta dalle imprese italiane; il tema Hybridization dell’autunno-inverno 2019-2020, declinato dalle imprese secondo le proprie interpretazioni, ha raccolto interesse e curiosità. ”I mercati svedese e danese sono di nicchia ma di tutto rispetto, visto che includono grandi catene internazionali e alcuni marchi giovani molto promettenti. Il consorzio non vuole lasciare niente di intentato nella promozione delle aziende: ci impegniamo nei grandi mercati in crescita come la Cina ma senza trascurare opportunità importanti che possono venire anche da contesti più vicini”, spiega il presidente di Cpf, Federico Gualtieri.
“Quella di quest’anno – aggiunge – è una replica dell’esperienza fatta in via sperimentale l’anno scorso e ha ottenuto risultati ancora migliori, che ci rendono soddisfatti. Nel frattempo, stiamo lavorando a Pitti Filati con alcune novità che renderemo note nei prossimi giorni. Intanto, ne anticipiamo una che ci fa particolarmente piacere: l’avvio della collaborazione con la Fondazione Ami, che ci consentirà di accogliere i visitatori del nostro stand con una piccola sorpresa e di far conoscere meglio questa istituzione davvero benemerita”. La Fondazione Ami-Area Materno Infantile Prato Onlus è nata nel 2010 per iniziativa della Asl di Prato e di altri soggetti del territorio per raccogliere fondi a supporto dell’accoglienza delle future madri, dei neonati e dei bambini in ospedale e sul territorio, realizzando una ludoteca e uno spazio allattamento in ospedale. Inoltre, raccoglie donazioni per il potenziamento delle attrezzature sanitarie per la maternità e l’infanzia. Fra le imprese produttrici di filati pratesi e Ami esistevano già contatti che avevano portato negli ultimi anni alla donazione di materiale per i lavori a maglia e uncinetto realizzati dalle volontarie per la realizzazione di copertine per i bambini ricoverati nella terapia intensiva dell’Ospedale di Prato: la collaborazione con Cpf rafforza questo rapporto.