Sviluppo urbano, call sulle città verdi: quattro italiane tra i 22 progetti vincitori

144

Bologna, Milano, Prato e Ravenna: ci sono anche quattro città italiane tra i 22 progetti vincitori del secondo bando dell’iniziativa urbana europea lanciato da Bruxelles per rafforzare lo sviluppo urbano sostenibile delle città dell’Ue. I 22 progetti ‘innovativi’ arrivano da città di dodici Stati membri Ue e riceveranno 98 milioni di euro dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) per trasferire conoscenze e replicare soluzioni per una trasformazione urbana sostenibile. A Bologna prenderà vita il progetto ‘Talea’ per la reintegrazione delle aree urbane in un’infrastruttura verde continua. A Milano il progetto ‘Goccia’ recupererà un’area contaminata da ex attività industriali e rinaturalizzata spontaneamente. A Prato il progetto ‘Experience Prato Industrial Culture (Epic)’ mira a sfruttare il turismo per favorire una crescita giusta, produttiva e verde. Infine, a Ravenna il progetto ‘Footprints’ si basa su una comunità abilitata che fornisce ambiente, soluzioni e strutture sostenibili e accompagna il turista verso scelte sostenibili. “Mentre le città si evolvono e si adattano alle sfide emergenti, stanno anche innovando per soddisfare le esigenze dei loro paesaggi in evoluzione”, ha commentato la commissaria europea per la Coesione, Elisa Ferreira. “Dato che quasi tre quarti degli europei risiedono in aree urbane, è essenziale esplorare ogni strada per migliorare la qualità della vita, le opportunità di lavoro e la crescita complessiva all’interno delle nostre città”. Bruxelles ha aperto all’inizio del mese il terzo bando dell’iniziativa per altri 90 milioni di euro.