Svizzera, a Laura Bianchi il Premio Innovazione italiana

82

Nell’ambito del progetto su base triennale “L’Innovazione italiana in Svizzera”, il Comites di Zurigo e la cattedra di Italianistica dell’università di Zurigo hanno assegnato una borsa di studio del valore di 1.500,00 euro a Laura Bianchi, per la sua tesi di dottorato dedicata allo studio della prima raccolta poetica apparsa a stampa in Italia interamente dedicata ai componimenti di una poetessa.

Le Rime di Vittoria Colonna, pubblicate nel 1538, furono un vero e proprio caso editoriale che “come una scintilla caduta nella paglia” diedero notevole impulso al mercato tipografico e conobbero in meno di cinquant’anni oltre venti nuove stampe.

Il premio, che intende promuovere dottorandi/e e giovani ricercatori/trici italiani/e che operano in Svizzera, è offerto grazie al contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

La cerimonia di assegnazione del Premio, giunto alla sua II Edizione, si è svolta venerdì 7 ottobre, all’Università di Zurigo alla presenza di Tatiana Crivelli, prima relatrice della tesi dottorale premiata, Francesco Ziosi, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura e Gerardo Petta, presidente del Comites di Zurigo.