Svizzera, sostenibilità: Eni tra le 10 aziende più performanti a livello mondiale

108
VERSALIS SOCIETA CHIMICA DI ENI INDUSTRIA DI CRESCENTINO CASCO SICUREZZA ENI

Eni è stata inclusa per il terzo anno consecutivo tra le 10 aziende più performanti per la sua reportistica di sostenibilità nell’analisi del World Business Council for Sustainable Development che ha valutato 168 compagnie leader mondiali. “Siamo orgogliosi di questo risultato, che conferma la solidità della nostra strategia. Abbiamo elaborato un piano concreto, dettagliato, economicamente sostenibile e tecnologicamente provato, impegnandoci a raggiungere le zero emissioni nette entro il 2050. I nostri obiettivi sono chiari, come dichiarato nella nostra mission. Vogliamo giocare un ruolo di leadership nella transizione, proteggendo l’ambiente e assicurando al tempo stesso energia a tutti, e il riconoscimento di WBCSD incoraggia i nostri sforzi in questa direzione”, ha detto Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni.
Eni è stata riconosciuta come esempio di buona pratica per l’allineamento esplicito del suo approccio strategico alla sostenibilità con la mission e i risultati della valutazione di materialità nel suo report Eni for 2020. La strategia di Eni è incentrata sull’obiettivo di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050 e prevede piani per ulteriori argomenti materiali. Gli elementi valutati positivamente includono inoltre la solidità della roadmap di Eni per tutti i temi materiali del report e la panoramica completa dei progressi raggiunti nel 2020 insieme agli obiettivi di breve, medio e lungo termine che delineano il percorso futuro per ogni tema. Eni for 2020, l’ultimo report della compagnia pubblicato a Maggio 2021, illustra i più recenti risultati del percorso di decarbonizzazione. Entro il 2050, Eni punta a raggiungere la completa neutralità carbonica di tutti i suoi prodotti e operazioni. L’impegno ad accelerare la transizione energetica si riflette nel Piano di Incentivazione di Lungo Termine 2020- 2022, che prevede target collegati direttamente agli obiettivi di decarbonizzazione, transizione energetica e in ambito economia circolare. Per sostenere ulteriormente i propri obiettivi, Eni ha introdotto nella politica di remunerazione anche un target relativo alla capacità rinnovabile installata, che sostituisce l’indicatore sulle risorse esplorate. Il WBCSD è la principale organizzazione globale guidata dai CEO di oltre 200 aziende sostenibili leader nel mondo, che si impegnano collettivamente ad accelerare le trasformazioni del sistema necessarie per un futuro net zero, positivo per la natura e più equo. Le aziende che ne fanno parte provengono da tutti i settori di attività e da tutte le principali economie, rappresentando un fatturato combinato di più di 8,5 trilioni di dollari e 19 milioni di dipendenti.