Svolta green per la Lego

34

Roma, 1 mar. – (AdnKronos) – Svolta green della Lego che, grazie alla canna da zucchero, punta a rendere più sostenibili i famosi mattoncini. L’azienda danese, infatti, ha avvio la produzione di una gamma di elementi Lego sostenibili realizzati con una nuova plastica di origine vegetale, ottenuta dalla lavorazione della canna da zucchero. Tra i nuovi elementi “botanici” Lego ci saranno foglie, cespugli e alberi e saranno presenti nei set già dal 2018.

L’obiettivo, spiega Tim Brooks, vicepresidente e responsabile della Sostenibilità ambientale del Gruppo Lego, “è quello di avere un impatto positivo sul pianeta, e stiamo lavorando molto per sviluppare nuove materie sostenibili da utilizzare per la realizzazione di fantastici giochi per bambini. Siamo orgogliosi perché i primi elementi Lego realizzati con materie plastiche ecosostenibili sono già in produzione e quest’anno saranno presenti nei set Lego. Si tratta di un primo grande cambiamento e passo avanti verso il nostro obiettivo: produrre mattoncini Lego utilizzando materie sostenibili”.

L’azione rientra nell’ambito degli obiettivi di sostenibilità del Gruppo da raggiungere entro il 2030: elementi e materiali di imballaggio in materiale sostenibile. I nuovi elementi ‘botanici’ sono realizzati in polietilene, una plastica morbida, resistente e flessibile e anche se ottenuti tramite la lavorazione della canna da zucchero, tecnicamente sono identici a quelli realizzati con plastica convenzionale.

Questi elementi sono stati testati per garantire che la plastica di origine vegetale possa rispettare gli standard elevati di sicurezza e qualità fissati dal Gruppo Lego e che i consumatori si aspettano di trovare nei prodotti. “I bambini e i genitori non noteranno alcuna differenza nella qualità o nell’aspetto dei nuovi elementi, il polietilene di origine vegetale ha le stesse proprietà di quello convenzionale,” afferma Tim Brooks.