Svolta M5S, sì a donazioni oltre 5mila euro

27

Roma, 5 feb. (AdnKronos) – Svolta nella campagna elettorale del Movimento 5 Stelle. I pentastellati per la prima volta aprono alle donazioni superiori ai 5mila euro: dunque non più solo micro-donazioni da poche decine o centinaia di euro, che fino ad ora avevano rappresentato la ‘benzina’ del M5S. Il sito delle donazioni per la campagna elettorale rintracciabile sul Blog delle Stelle presenta una nuova veste grafica: oltre al link con le donazioni da 20, 35, 50 e 150 euro, è possibile trovare un’area dedicata alle donazioni ‘maggiori di 5.000 euro’.

TESTO INFORMATIVA – Nell’area dedicata alle donazioni si legge: “Nel caso si intenda fare una donazione al Comitato elettorale del Movimento 5 Stelle per le elezioni politiche per un importo superiore a 5.000 €, il soggetto che li eroga (il Donante) ed il soggetto che li riceve (il Comitato) sono tenuti a farne dichiarazione congiunta” tramite un modulo scaricabile dal sito. Il documento, valido sia per le persone fisiche sia per quelle giuridiche, una volta compilato va inviato al ‘Comitato elettorale del Movimento 5 Stelle per le elezioni politiche’, all’indirizzo di via Piemonte 32.

Diverso l’indirizzo del legale rappresentante del Comitato indicato sempre nello stesso modulo: via del Colosseo 23. Nell’atto di costituzione del Comitato elettorale, che l’Adnkronos ha potuto visionare, quest’ultimo indirizzo viene indicato come domicilio per lo stesso atto dei tre componenti del Comitato (Vincenzo Spadafora, Pietro Dettori e Dario De Falco) in qualità di “promotori”.

I supporter pentastellati potranno sostenere il ‘rally’ di Di Maio anche partecipando a campagne specifiche come #Dona1Km (“Vogliamo arrivare ovunque, parlare a tutti”, lo slogan dell’iniziativa) e #Dona1minuto (“Dona 1 minuto in più del film che racconterà questo #Rally per l’Italia. Puoi passare alla storia anche tu”).

Nell’informativa sulla privacy per le donazioni si legge che “il titolare del trattamento è Comitato elettorale del Movimento 5 Stelle con sede in Roma, via del Colosseo 23” mentre “il responsabile del trattamento dei dati è l’Associazione Rousseau con sede a Milano, in via G. Morone 6”.

Nell’informativa viene specificato che “esistono altri responsabili del trattamento (esterni) nominati con apposita nomina ex art. 29 Codice privacy per l’esecuzione dei trattamenti necessari alle finalità proprie del Movimento”: l’elenco dei responsabili esterni “è conoscibile inviando richiesta scritta al Titolare del trattamento e/o al Responsabile del trattamento dei dati”.

CAMBIO DI PASSO – Un cambio di passo che cozza con il Movimento della prima ora e con un recente post sul Blog delle Stelle firmato da Alessandro Di Battista, nel quale il deputato uscente, invitando la base M5S a sostenere la campagna per le politiche, scriveva fiero: “Avremo un unico lobbista: il popolo italiano. Meglio migliaia e migliaia di micro-donazioni che un’unica grande donazione! Il MoVimento 5 Stelle rifiuta i rimborsi elettorali, le grandi donazioni di gruppi lobbistici o di privati, accetta e chiede micro-donazioni da parte di tutti voi”. Poco più di due mesi dopo quel post, il via libera alle maxi donazioni.