Fa tappa a Napoli il roadshow sull’Europa

52
in foto Vincenzo Boccia, presidente Confindustria

Con l’evento di oggi a Napoli si chiude il roadshow di Confindustria in vista delle elezioni europee, che ha toccato tutte e cinque le circoscrizioni elettorali finendo con quella del Sud, per le regioni Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Nelle scorse settimane si sono tenute le tappe di Roma (1° aprile), Palermo (2 aprile), Milano (11 aprile) e Venezia (9 maggio). Nel corso degli incontri capitanati dal presidente Vincenzo Boccia è stato presentato ai candidati alle elezioni europee il documento “Riforme per l’Europa: le proposte delle imprese” contenente proposte che indicano non solo cosa l’Europa dovrebbe fare per tornare a crescere ed essere competitiva sulla scena globale ma individuando concretamente anche come e con quali risorse. L’obiettivo deve essere creare crescita, occupazione e benessere per i cittadini. Per questo – si legge nel documento – servono politiche che consentano di creare posti di lavoro per le nuove generazioni e che rispondano in maniera forte al clima di sfiducia e malcontento che pervade quei cittadini europei convinti che l’Unione non sia in grado di proteggerli dalle minacce esterne e li esponga, sul piano interno, a minori garanzie e diritti, generando impoverimento e precarietà. Sono necessarie altresì riforme che riportino in capo alle istituzioni europee, democraticamente elette, le decisioni e le conseguenti responsabilità, facendo sì che i cittadini si sentano inclusi e non estranei alle scelte che, in modo così rilevante, incidono sulla loro vita. La visione di Confindustria mette al centro tre concetti chiave: più lavoro, più crescita, più “peso” internazionale. Tra i temi che hanno animato i vivaci dibattiti in tutto il Paese troviamo la rivoluzione digitale, i cambiamenti climatici, i flussi migratori e i nuovi equilibri geopolitici mondiali che rappresentano sfide senza precedenti, che rendono urgente e necessario un profondo ripensamento delle regole e degli strumenti su cui l’Unione si è finora basata. Tornando alla tappa odierna, ospitata dal presidente Vito Grassi presso l’Unione Industriali Napoli, sono intervenuti i vicepresidenti Lisa Ferrarini e Stefan Pan oltre al presidente Boccia. Tra i candidati uscenti, che hanno esposto le priorità europee dei diversi partiti di appartenenza, presenti gli onorevoli forzisti Fulvio Martusciello e Lorenzo Cesa, i democratici Andrea Cozzolino, Pina Picierno e Giuseppe Ferrandino, per Fratelli d’Italia l’Onorevole Raffaele Fitto e le pentastellate Rosa D’Amato e Isabella Adinolfi. Sempre sulla necessità di sensibilizzare i cittadini dell’importanza del voto che ci attende, sarà a breve lanciato un appello congiunto dal presidente Vincenzo Boccia e da quello di Business Europe, Pierre Gattaz.