Tarì, chiuso Jewellery Export Lab: buyers a Marcianise per Tesori nascosti

118
 
Si è concluso al Centro Orafo il Tarì di Marcianise il progetto “Jewellery Export Lab” promosso dall’Ice in collaborazione con Confindustria Federofari. Il corso incentrato sull’Internazionalizzazione delle imprese attraverso la formazione professionale degli imprenditori e l’incremento della competitività delle aziende italiane del settore orafo sui mercati esteri ha riscontrato grande consenso tra gli imprenditori del Tarì che vi hanno aderito. “Siamo già pronti a consolidare la squadra che si è creata con nuovi percorsi formativi e di esperienze in comune sui nuovi mercati  – afferma  il presidente del Tarì Vincenzo Giannotti – . Grande anche la soddisfazione del team Ice-Federorafi che ha portato il progetto alla casa del gioiello coinvolgendo 28 imprenditori. Dopo Arezzo e Marcianise, il team del Jewellery Export Lab – Andrea d’Ambra  Rita Palumbo per Ice,  Francoise Izaute e Stefano de Pascale per Confindustria Federorafi – si sposta adesso a Valenza e Vicenza per completare il ‘viaggio’ nel mondo orafo italiano. Intanto il Tari si prepara ad ospitare ad ottobre un nuovo importante incoming di buyers internazionali con il progetto “Tesori nascosti” promosso dall’ Ice.