Task force per l’ambiente, la Ue finanzia progetti

38

Migliorare le tecniche e il livello di coordinamento degli interventi europei di protezione civile. Bruxelles mette a disposizione di Università, enti e consorzi di ricerca 3.800 mila euro, invitandoli a “progettare, Migliorare le tecniche e il livello di coordinamento degli interventi europei di protezione civile. Bruxelles mette a disposizione di Università, enti e consorzi di ricerca 3.800 mila euro, invitandoli a “progettare, pianificare, condurre e valutare esercitazioni specifiche per moduli di protezione civile, squadre di supporto e assistenza tecnica (Tast) dell’Unione europea”. L’obiettivo generale per i primi quattro lotti del bando di gara “è definire uno scenario di base relativo a un dispiegamento internazionale per esercitazioni per il personale e l’attrezzatura dei moduli di protezione civile/Tast ed Eucipt registrati. “Queste esercitazioni specifiche – è scritto nel bando – dovranno puntare a migliorare le tecniche di lavoro in un ambiente internazionale, i livelli di interoperabilità e autosufficienza, l’istituzione di sistemi di comunicazione nonché il potenziamento dello scambio di informazioni sulle attrezzature e le prestazioni delle strutture di comando. Il quinto lotto riguarderà una valutazione delle esercitazioni per moduli di protezione civile dell’Unione organizzate nei quattro lotti del presente appalto. Sono previste cinque esercitazioni teoriche e nove esercitazioni sul campo per il personale principale dei moduli di protezione civile, squadre di supporto e assistenza tecnica nonché esperti di una squadra della protezione civile dell’Unione europea. I consorzi di operatori economici sono autorizzati a presentare offerte. L’appalto verrà assegnato all’offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel capitolato d’oneri. Il termine per il ricevimento delle offerte è il 19 settembre 2014.