Taxi a Napoli, Manfredi: Aumentare le licenze? Al momento non è necessario

46
in foto il sindaco Gaetano Manfredi

“Abbiamo avviato una sperimentazione e, in seguito, valuteremo se pensare a un aumento delle licenze. In questo momento le analisi che facciamo ci dicono che l’aumento non e’ necessario”. Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, in merito alla segnalazione dell’Antitrust ai Comuni sulle criticita’ relative ai servizi taxi nelle grandi citta’. “Abbiamo fatto una sperimentazione cambiando le turnazioni – argomenta Manfredi – e organizzando in maniera diversa la presenza dei taxi nella citta’. In realta’ il numero dei taxi a Napoli non e’ basso rispetto alla domanda quindi, al termine di questo lavoro, valuteremo se ci saranno ancora dei disagi e se si debba pensare di aumentare le licenze”.

Parlando con i giornalisti a margine dell’inaugurazione della nuova installazione della Venere degli stracci di Pistoletto, l’ex ministro replica al vicepresidente della Giunta regionale, Fulvio Bonavitacola, che lo ha invitato a prendere una posizione chiara in merito alla contesa tra il Governo e il presidente Vincenzo De Luca. “Noi dobbiamo lavorare per fare le cose – ragiona Manfredi – alla fine i cittadini ci giudicano per quello che facciamo, non per le questioni di cui parla solamente la politica”. Il sindaco rinnova poi l’importanza del “dialogo tra le istituzioni, anche se sono di espressione politica diversa. Nella storia della citta’ – ricorda – ai tempi di Bassolino, c’era un Governo di segno opposto e c’e’ stato un dialogo importante. Noi dobbiamo pensare al bene dei cittadini e della citta’, non al nostro”.