Tbiz al via il 22 novembre a Palazzo Caracciolo: trasferimento tecnologico, come realizzarlo

65

Cos’è il trasferimento tecnologico? Quali sono gli strumenti per realizzarlo? Quali sono i passi da seguire per una sua corretta implementazione? Proverà a dare risposte a queste e ad altre domande la decima edizione del Technologybiz, che si terrà il 22 novembre 2019 al Palazzo Caracciolo di Napoli.Il tema di quest’anno è per l’appunto il trasferimento tecnologico delle migliori innovazioni e pratiche di sviluppo regionale; vale a dire il passaggio dalla ricerca al business, grazie alla collaborazione attiva tra ricerca universitaria e imprese.
“Il Technologybiz – è scritto in una nota diffusa dagli organizzatori – è un festival sull’innovazione digitale, ma è anche (e soprattutto) una grande opportunità da sfruttare sia per le imprese che per i ricercatori, che potranno incontrarsi per scambiare idee, opinioni, contatti e ottenere informazioni sugli strumenti per realizzare il trasferimento tecnologico. E finora il networking sta andando alla grande! In tanti si sono iscritti sul sito del Tbizsia come visitatori che come networker, e molti hanno anche già provveduto a creare la loro agenda di Match Meeting attraverso la nostra app, che funziona grazie a un semplicissimo sistema di matching”.
“Il TBIZ19 – prosegue la nota – vede anche la presenza di Italiaonline, una delle più grandi società italiane che eroga servizi digitali alle Pmi italiane. Italiaonline è attiva in tutta la filiera delle soluzioni di marketing digitale e comunicazione online, ed è tra gli sponsor di questa edizione del Tbiz. Alla postazione di Italiaonline potrete capire quali soluzioni può offrire al vostro business e ai vostri progetti. Per rendere tutto ancora più semplice e immediato, è possibile registrarsi sul nostro sito, dove tra i networker troverete anche Luca Cardone, presente all’evento come Area Manager di Italiaonline e con cui potrete confrontarvi. Il Technologybiz è un’iniziativa di animazione territoriale e business networking, strutturata e ricorrente, attiva dal 2009 su domini tecnologici prioritari per il Sud Italia. Organizzato in partnership con Sviluppo Campania, società in house della Regione Campania, il Technologybiz promuove da sempre il business networking tra l’hub Campano dell’innovazione e l’omologo ecosistema nazionale: Parchi scientifici, istituti CNR, incubatori, acceleratori, finanziatori, start-up innovative, grandi imprese, organizzazioni internazionali”.

Al trasferimento tecnologico saranno dedicate due sessioni:
I Sessione. Lo stato dell’arte del trasferimento tecnologico: gli Scenari.
II Sessione. Gli strumenti per trasformare un’innovazione in un business: tra finanza privata e pubblica, consulenze e big player, qualcosa si muove?
Le due sessioni saranno l’occasione per rappresentare scenari e strumenti del trasferimento tecnologico, e per verificare se si sta raggiungendo l’obiettivo di instaurare, in maniera proficua per tutti, un raccordo tra il sistema Ricerca e il sistema Impresa.
L’argomento sarà affrontato con tanti esperti, tra cui:
– Valeria Fascione, assessore Regione Campania, parlerà delle policy regionali a sostegno del trasferimento tecnologico;
– Mario Mustilli (Sviluppo Campania), presenterà i nuovi strumenti finanziari a sostegno dell’Impresa (i mini bond per intenderci);
– Francesco Palumbo, delegato innovazione, ricerca e startup Confindustria Campania, che ci parlerà delle direttrici da seguire per l’innovazione e l’efficienza delle imprese e della PA;
– Marco Casagni (Enea), che offrirà uno scenario, con i numeri di Netval alla mano, sul Trasferimento Tecnologico;
– Massimo Pipoli (Jacobacci & Partners Spa), che parlerà dello scenario internazionale;
– Leopoldo Angrisani dell’Università degli Studi di Napoli Federico II che racconterà il modello di TT secondo l’Unina;
– Giovanpaolo Arioldi (Opstart – Equity Crowdfunding), per spiegare come il crowdfunding è a supporto dell’imprenditorialità e dell’Università.
– Giovanni De Caro, che offrirà una panoramica secondo la visione degli Investitori.
– Francesca Galasso (Partner G&C Consulting) che parlerà delle agevolazioni per gli investimenti aziendali: dai contributi a fondo perduto ai crediti di Imposta R&S.
– Lucia D’Arienzo di Sviluppo Campania, che illustrerà la piattaforma di Open Innovation della Regione Campania.
– Antonio D’Amore, che racconterà “Press Start”, l’unico format radiofonico italiano dedicato esclusivamente al mondo dei videogiochi e alla tecnologia.
La responsabile delle operazioni del TechnologyBiz Antonella Formisano sull’edizione di quest’anno dichiara: “A due giorni dal Tbiz e dopo dieci anni che organizziamo questa manifestazione con grande soddisfazione possiamo confermare che l’iniziativa ha per il territorio un grande valore. Sono stati già tanti i matching che abbiamo registrato in piattaforma e con la App di Tbiz. Abbiamo inoltre selezionato 16 belle idee provenienti dal mondo privato e della ricerca pubblica, il Tbiz sarà per loro un’occasione per farsi conoscere, sono stati organizzati per ognuna di queste idee diversi appuntamenti che si terranno presso le loro postazioni. Il focus di quest’anno è sul Trasferimento Tecnologico, un argomento che ad oggi risulta impellente. Inoltre, al termine del TBIZ verrà presentata una start up innovativa che ha come mission aziendale proprio il Trasferimento Tecnologico, si tratta di Innova Partners Spa, una start-up nel campo della ricerca industriale, nata da una compagine di grossa esperienza che tra poco aprirà all’ingresso di nuovi soci”.
“Al Tbiz19 – è scritto nel comunicato – ,  potrete anche conoscere i 16 progetti e idee innovativi che sono stati selezionati attraverso la call che è stata lanciata insieme a Sviluppo Campania e capaci di rispondere a criteri di innovazione oppure alle Sfide di Innovazione lanciate da grandi imprese sulla Piattaforma di Open Innovation della Regione Campania. Sono state selezionate 16 Business ideas, appartenenti ai settori del RIS 3: Trasporti di superficie e Logistica, Biotecnologie, Salute dell’Uomo e Agroalimentare, Energia e Ambiente, Turismo, Beni culturali ed Edilizia ecosostenibile, Nuovi Materiali e Nanotecnologie, ICT e Digital. Come per le altre edizioni, esistono due modalità di iscrizione: come visitatore e comenetworker, entrambe gratuite.
Il visitatore può accedere alle conferenze e ai meeting, mentre il networker potrà, in aggiunta, avere una partecipazione molto più attiva.
Chi si registra come networker avrà a disposizione MyTBIZ, una propria pagina sul sito tbiz.it  per presentarsi, cercare o offrire servizi, gestire la propria Agenda e gli incontri con altri Networker”.

Le opportunità per il territorio
Sviluppo Campania, partnership dell’evento, ha offerto la possibilità a organismi di ricerca, innovatori, startup, spin off e pmi innovative di partecipare gratuitamente alla decima edizione di Technologybiz.
L’azione rientra tra le attività affidate dalla Regione Campania a Sviluppo Campania nell’ambito del “Piano di implementazione e comunicazione RIS3 Campania PO FESR 2014-2020 Azione 3- Promozione e diffusione dei risultati della Ricerca – Attività 3.1 Iniziative di promozione e diffusione dei risultati e partecipazione ad eventi di carattere nazionale ed internazionale“.
L’obiettivo è sostenere la creazione di impresa e l’accelerazione sul mercato, identificando progetti, attività e programmi ad alto contenuto tecnologico e innovativo.
La manifestazione, sostenuta da una smart community, promuove la cultura dell’Innovazione, stimola la cooperazione extraregionale, favorisce i processi di cross-fertilisation, di open innovation ed il trasferimento tecnologico creando matching fra domanda e offerta di innovazione.

Per saperne di più clicca Qui oppure scrivi a comunicazione@technologybiz.it