Teatro Giuffrè, Federico Salvatore racconta la sua Napocalisse

72

Nuovo appuntamento al teatro sociale “Aldo Giuffrè” di Battipaglia, dove questo fine settimana tocca all’istrionico Federico Salvatore che porterà in scena “Napocalisse”, ultimo atto di una trilogia dedicata alla capitale partenopea. Lo spettacolo è in programma sabato 24 febbraio alle 21.00.
“Se io fossi San Gennaro” ha rappresentato la tesi, “Il Monumento” è stata invece l’antitesi. Con “Napocalisse”, Federico Salvatore presenta la sintesi di una trilogia teatrale – non a caso intitolata “Napoli” – che promette di rapire ed incantare il pubblico del Giuffrè. Non una profezia, come forse qualcuno si aspetterebbe fermandosi al titolo, ma un’analisi accorata – delicata e fortissima allo stesso tempo – che accompagna lo spettatore nei meandri di una città sconosciuta ai più. L’autore, regista e interprete ripercorre, senza ordine cronologico, fatti, misfatti e curiosità sul vero e proprio microcosmo partenopeo, senza celare il suo punto di vista, caustico ma anche efficace, appassionato e vagamente malinconico su ciò che Napoli è stata e soprattutto su ciò che è diventata. Uno spettacolo che darà allo spettatore la sensazione di sfogliare un album dei ricordi, rigorosamente catturati in bianco e nero. Il tutto, con un narratore d’eccezione, indiscusso protagonista di una delle più interessanti metamorfosi artistiche del panorama italiano.
“Federico Salvatore è un pezzo importantissimo del teatro napoletano e, più in generale, del cantautorato – anticipa Vito Cesaro, direttore artistico del teatro – questo spettacolo rappresenta per noi un omaggio a Napoli, quella che resta una delle città più belle, contraddittorie ed affascinanti dell’intero Mezzogiorno. A fare il resto penserà l’autore ed interprete che, oltre a essere un artista di comprovata e conosciuta bravura, è anche un uomo innamorato della città che andrà a raccontare ed a mettere in scena tra musica, riflessioni e monologhi di grande intensità e valore. Federico Salvatore ripercorre la sua carriera e ci accompagna in alcuni importanti momenti della storia recente della città”.
La stagione teatrale del “Giuffrè” riprenderà sabato 17 marzo con Enrico Lo Verso diretto da Alessandra Pizzi nel riadattamento di una delle più celebri opere di Luigi Pirandello, “Uno, nessuno, centomila”, in cartellone per celebrare i 150 anni dalla nascita del celebre scrittore italiano.