Teatro, “Raccontando il Novecento” alla libreria del Cinema dei figli di Enzo Cannavale

112

Alessandro e Andrea Cannavale, figli di Enzo, straordinario protagonista del cinema e del teatro napoletano e italiano, hanno reso omaggio al loro famoso padre allestendo una “Libreria del Cinema e del Teatro” ricca di preziosi volumi, introvabili sceneggiature cinematografiche, antichi copioni teatrali, testi e spartiti musicali di canzoni, riviste e operette, giornali e riviste di cinema e teatro. Le testimonianze di oltre due secoli di storia dello spettacolo, frutto di quasi cinquant’anni di appassionata ed instancabile ricerca di Enzo Cannavale, sono esposte in vetrine illuminate a disposizione di tutti, appassionati e non, per rispondere ad una precisa esigenza che Giulio Adinolfi, curatore della Libreria, riassume così : “Alessandro e Andrea, ed io con loro, vogliamo che tutto quanto raccolto dal loro grande papà, ed ora contenuto in quei trasparenti e luminosi scaffali, viva, sia conosciuto, venga letto”. Ed è in questo posto carico di suggestioni e sensazioni che sabato prossimo prende il via la Rassegna ” Raccontando il Novecento”. Nata da un’idea di Giulio Adinolfi e condivisa con il giornalista Marcello Milone, in partnership con la Fondazione Govoni che si occupa di comunicopatie, la Rassegna proporrà cinque incontri per raccontare cento anni di teatro, musica e cinema, attraverso altrettanti personaggi che ne hanno scritto le pagine più belle e importanti. Si comincia con il Teatro: Scarpetta, Eduardo, Peppino, Viviani, Totò. Ad inaugurare gli incontri sarà Maria Basile Scarpetta che racconta Eduardo Scarpetta, l’autore, l’attore, il padre..lo zio. Interviene Maria Vittoria Scarpetta bisnipote di Eduardo Scarpetta. La Rassegna continuerà in questo mese con Giacomo Rizzo che racconta Eduardo, e poi il 5 maggio con Lucio Allocca che racconta Peppino, il 19 maggio con Antonella Morea che racconta Viviani e infine il 26 maggio con Nello Mascia che racconta Totò. Il pubblico sarà accolto negli accoglienti locali di Via del Parco Margherita 35 dalle ore 20,30 con una apericena . Alle 21,30 lo spettacolo, che coinvolgerà appassionati e ospiti d’eccezione, all’insegna dell’allegria, dell’amicizia, della cultura ma anche della solidarietà.