Teatro, in scena al Succorpo dell’Annunziata il “Paradiso mancato”

106

di Emilia Ferrara

Questo weekend l’effervescente compagnia teatrale Inbilico Teatro e Film/ L’Asilo, metterà in scena “Paradiso Mancato”, sabato 08 e domenica 9 settembre alle ore 20.30, presso uno dei luoghi più interessanti che testimoniano l’attività di Vanvitelli a Napoli, la suggestiva Basilica del Succorpo dell’Annunziata (Via dell’Annunziata 33).
Le musiche sono affidate a Marco Messina e la regia è di Ramona Tripodi. Sono entrambi in scena: l’uno nel ruolo di Minosse suonando dal vivo e l’altra nel ruolo di Francesca; in scena con loro il bravissimo e sempre in parte Marco Palumbo e Adriana D’Agostino, e la voce di Raffaele Ausiello, nel ruolo di Paolo.
Lo spettacolo è all’interno della rassegna Estate Bambina organizzata da Il Comune di Napoli.

Emerge dal buio un uomo. È un musicista. È il Padrone di casa. Il suo nome è Minosse. Due amanti si amano. In una camera da letto che potrebbe essere in un albergo. Oppure all’inferno. Lui si chiama Paolo e lei. Beh lei è Francesca. Loro si amano in eterno. Non gli rimane che questo. Amarsi per punizione. Per sempre. E questo è il loro Inferno. O semplicemente, il loro Paradiso Mancato. In fondo, siamo a casa di Minosse. Ma anche per lui è in arrivo un ospite inatteso, “Lo duca suo” lo precede, è un viaggiatore infernale. È in cerca di Madonna Conoscenza. Il suo nome è Dante.

“Paradiso Mancato è una suggestione infernale sul desiderio che nasce dalla contaminazione di più̀ linguaggi: quello della musica elettronica live, quello visivo e quello teatrale è un lavoro scritto a quattro mani, dove la scrittura sonora e quella teatrale sono strettamente legate e imprescindibili l’una dall’altra.” Spiega Marco Messina che, oltre ad essere membro della storica band dei 99 Posse, vanta una serie di collaborazioni felici come quelle con il regista Pietro Marcello (Il passaggio della Linea, Bella e Perduta) e la più recente collaborazione con Don Pasta per cui ha composto le musiche del film “I Villani” che, proprio in questi giorni, è a Venezia per le giornate degli autori. Il Paradiso Mancato è quello di Paolo e Francesca, gli amanti del V Canto dell’Inferno della Divina Commedia di Dante “Ci siamo chiesti quale potesse essere l’inferno del desiderio e abbiamo scelto di lavorare sulla sua assenza. Precisamente sull’assenza dei corpi. Paolo e Francesca sono nello stesso letto ed insieme, tuttavia nessuno dei due può̀ vedere l’altro. Può̀ solo percepirne la voce. Ed ecco che quella che fu una camera da letto dove il desiderio aveva potuto esprimersi nelle sue forme più̀ corporee diviene l’inferno della sua assenza. In fondo, siamo a casa di Minosse” Continua Ramona Tripodi che nel 2009, insieme con Andrea Canova ed Adriana D’Agostino, fonda Inbilico Teatro e Film, realtà teatrale e cinematografica attiva sul territorio da quasi dieci anni, che vanta produzioni felici come il riuscitissimo I Guardiani di e con Maurizio de Giovanni, sempre per la regia di Ramona Tripodi che ha debuttato in anteprima nazionale lo scorso luglio 2018, o come “Il Sole di Notte” con il disegno luci di Cesare Accetta spettacolo finalista al Premio Landieri nel 2013 come Miglior Spettacolo e Premio giuria popolare – che premia Ramona Tripodi come Miglior Giovane Attrice, definendo la qualità di un percorso di interprete che comprende personaggi intensi e misteriosi come il Tettè de “Il Giorno dei Morti”, dal romanzo di Maurizio de Giovanni, il vagabondo Rimbò, il cui nome dà il titolo all’omonimo cortometraggio, per la regia di Andrea Canova, che premia la Tripodi al Wirror Film Festival di Liverpool nell’edizione del 2012 come miglior attrice ed infine nel ruolo di Lisi ne I guardiani. Tra le ultime produzioni di Inbilico Teatro e Film ci sono: ‘A Rota un riuscitissimo spettacolo, scritto e diretto sempre dalla Tripodi, sulla Ruota degli Esposti ed ambientato nella Napoli del secondo Dopoguerra che sarà in replica sempre al Succorpo della Real Casa dell’Annunziata il prossimo 14 Settembre 2018 ed il documentario “Je so’ Pazzo” che vince Lo Spiraglio Film Festival edizione 2018 ed Ischia Film Festival sezione Scenari Campani ed 2018 che racconta dell’ex Opg di Napoli attraverso la poetica testimonianza di un ex internato: Michele Fragna

Il costo del biglietto è di 10 euro, la prenotazione è obbligatoria, per tutte le informazioni scrivere a inbilicoteatro@libero.it, oppure chiamando al numero 349 7580858.