Tecnologia: cos’è una VPN e quando utilizzarla

113

Negli ultimi anni la rete ha introdotto novità molto interessanti per quanto riguarda la protezione dei dati personali. Tra le novità più importanti c’è senza dubbio la VPN, ossia la Virtual Private Network. Si tratta di una rete protetta che ci permette di navigare in totale sicurezza quando siamo online.

Per conoscere la VPN, nello specifico, è importante sapere che si tratta di una rete che crea una connessione tra il proprio dispositivo ed internet. Come? Semplice, camuffando l’indirizzo IP e nascondendo la vostra identità sia nel traffico in entrata dei dati che nel traffico di uscita.

In questo modo i dati personali e tutte le informazioni vengono messe al riparo da eventuali attacchi esterni e da tutti quelli che sono i rischi della rete. Ma come funziona? La rete VPN è capace di creare un collegamento attraverso il quale è possibile accedere con delle proprie credenziali private. Questo collegamento, o ponte virtuale, farà poi da filtro e da tramite permettendovi di connettervi alla connessione che desiderate.

Quando utilizzare una rete VPN

La rete VPN viene utilizzata sempre più spesso ed in diversi ambiti. In tutte le aziende e nelle varie realtà lavorative, infatti, per permettere ai dipendenti di poter lavorare ovunque senza che siano fisicamente in ufficio si può far affidamento alla rete VPN. Questa rete è in grado di abbattere le barriere geografiche e di permettere di accedere a qualsiasi contenuto senza la restrizione legata al paese di provenienza. Ma le reti VPN vengono usate anche nella Pubblica Amministrazione e dagli utenti privati per qualsiasi tipo di esigenza.

 

Le VPN sono nate, dunque, per proteggere i dati dai pericoli della rete. Le reti create dalle VPN consentono di proteggersi da spionaggi di qualsiasi tipo, e si rivelano particolarmente efficaci in una realtà aziendale che ha bisogno di trasmettere informazioni di un certo peso tramite la rete. Utilizzando una Virtual Private Network è possibile garantirsi un livello di privacy alto e questo è fondamentale per navigare in sicurezza sul web.

I diversi protocolli delle VPN

Sono diversi i protocolli di cifratura utilizzati dalle VPN. Il più conosciuto è il protocollo PPTP che oltre ad essere quello più utilizzato e anche quello più difficile da violare. C’è poi il protocollo OPENVPN, un protocollo complesso e sicuro allo stesso tempo che supporta diversi algoritmi di cifratura e permette di scaricare anche programmi pre-configurati atti a supportare l’utente nell’installazione. Esistono, inoltre, i protocolli SSTP, IPsec e IKEv2.

I pericoli della rete per la nostra privacy

Internet è una grossa opportunità per tutti noi. Purtroppo, però, sono tanti i rischi presenti sul web. Occorre essere sempre attenti a ciò che si fa sul web e sulle pagine che si visitano. Non tutti i servizi offerti, infatti, i vengono impiegati a fin di bene. Molti rischi sono racchiusi proprio nei social network che ormai utilizziamo sempre più spesso. Tra le pagine dei vari social si nascondono hacker, truffatori e tanti altri profili dai quali è meglio stare alla larga che sono interessati a tutti quei luoghi dove ci sono più informazioni da sottrarre e quindi più probabilità di portare a termine le loro malefatte.

Quando chattiamo con qualcuno, ad esempio, è meglio non rivelare determinati dati e non lasciarsi mai andare a confidenze particolari e non dare mai informazioni strettamente personali, almeno non prima di aver conosciuto realmente, e magari in un luogo pubblico e affollato, la persona con cui si sta comunicando.

Il phishing è un rischio sempre più comune. È un termine utilizzato dai professionisti della cybersecurity per riferirsi all’utilizzo di e-mail che tentano di indurre l’utente a fare clic su collegamenti o allegati nocivi attraverso frasi dubbie. Queste mail o messaggi possono apparire in qualsiasi momento, anche se i cybercriminali da cui sono stati creati mantengono il controllo dei siti più popolari tra i bambini, raccogliendo informazioni quali indirizzi e-mail e nomi di amici da poter utilizzare per le loro truffe.

Particolare attenzione va data alle cose che scarichiamo sul pc e sullo smartphone. Soprattutto perché il rischio malware è sempre dietro l’angolo. Si tratta di un virus capace di appropriarsi di informazioni personali, a volte utilizzate all’interno di una “botnet”, la quale comporta un rallentamento delle prestazioni. Spesso i cybercriminali inducono l’utente a scaricare il malware. Tutti questi rischi presenti sulla rete rendono dunque l’utilizzo di una VPN sempre più indispensabile, sia in ambito privato che lavorativo.