Tecnologie pulite, premi alle start up

57

C’è tempo fino al prossimo 8 giugno per candidarsi al contest europeo “ClimateLaunchpad 2015”, un’iniziativa dell’Istituto europeo per l’Innovazione e la Tecnologia (Eit) aperta a studenti, imprenditori, ricercatori e startup con un progetto innovativo nel settore CleanTech. Il contest si svolge in tre fasi: la prima prevede l’organizzazione, in ciascuno dei Paesi aderenti all’iniziativa, di un “BootCamp”, una sorta di addestramento intensivo di due giorni per la formazione dei partecipanti sulle nozioni fondamentali di lancio di un nuovo business. Il secondo step è quello del coaching intensivo, seguito dalle finali nazionali: al termine del Boot Camp ciascun team avrà a disposizione un pitch, un business model e la value proposition del proprio progetto. In ciascun Paese saranno selezionati tre finalisti che avranno accesso alla fase successiva. La gara si chiude con la finale europea nei Paesi Bassi: i tre finalisti di ciascuno dei Paesi partecipanti avranno accesso all’evento finale di ClimateLaunchpad 2015 e presenteranno il proprio pitch di fronte alla Giuria del Climate – Kic Accelerator. Gli 8 migliori progetti avranno accesso al programma di accelerazione della durata di 18 mesi del Climate Kic – Accelerator, specializzato in startup innovative con progetti sui cambiamenti climatici. Infine, i tre vincitori proclamati durante la finale europea avranno accesso a un premio in denaro di 10mila euro (per il primo classificato), 5mila euro (secondo classificato) e 2.500 euro (terzo). Le scadenze per partecipare al concorso variano per ogni Paese. Per l’Italia le proposte progettuali devono essere presentate entro l’8 giugno mentre il boot camp si svolgerà il 30 giugno e il primo luglio.

Scarica il bando