Tecnologie spaziali contro le frodi alimentari: contributi fino a 200mila euro

164

Al via il nuovo bando dell’Agenzia Spaziale Europea per prevenire e rilevare frodi in alimenti e bevande grazie all’utilizzo di applicazioni spaziali.

Le tecnologie e i dati spaziali possono infatti svolgere un ruolo significativo nella prevenzione e nell’individuazione delle frodi alimentari e delle bevande. L’Osservazione satellitare della Terra può fornire diversi dati ambientali, mappatura e immagini di rilevamento dei cambiamenti; può supportare il funzionamento delle forze dell’ordine; per esempio, per identificare le scorte di cibo o per rilevare movimenti sospetti di gru e altri veicoli nei pressi di porti o aeroporti dove non dovrebbero esserci. Per quanto riguarda la navigazione satellitare (SatNav) il trasporto è un elemento chiave della catena di approvvigionamento alimentare, sono incluse diverse fasi che vanno dalla produzione, al commercio alla distribuzione. Il GNSS è l’elemento chiave per il tracciamento degli alimenti e delle bevande lungo tutta la catena di approvvigionamento. Le informazioni di posizionamento saranno in grado di fornire servizi di geo-tagging per la raccolta dei dati. La Comunicazione satellitare (SatCom) consente la comunicazione quando non è disponibile una rete terrestre, ad esempio in zone remote e in mare; può consentire la trasmissione di dati provenienti da sensori offshore (ad esempio in container nelle imbarcazioni)

Le attività saranno finanziate al 100% fino a 200.000 euro ciascuna e la scadenza per partecipare è il 19 gennaio 2021.