Temporibus, il primo progetto di crowdfunding per la produzione del vino degli antichi

12

Molti di voi conoscono Roberto Cipresso.Una carriera spesa da sempre per il vino, produttore e consulente, ricercatore, autore di libri importanti  e di  produzioni eccellenti.

20140414005607-Infografica_roberto_esIl suo amore per questo settore è vivo e Molti di voi conoscono Roberto Cipresso.Una carriera spesa da sempre per il vino, produttore e consulente, ricercatore, autore di libri importanti  e di  produzioni eccellenti.

20140414005607-Infografica_roberto_esIl suo amore per questo settore è vivo e presente. Intercetto nei giorni che precedono il Vinitaly, la presentazione del suo primo progetto di Crowdfunding “Temporibus” per produrre il vino degli antichi vitigni recuperati dalla villa di Giulio Cesare.
La prima produzione di vino insieme alla comunità! Che emozione. Un progetto da realizzare insieme tra tutti gli appassionati del settore, per riscoprire emozioni del passato.
Questo il link della campagna https://www.indiegogo.com/projects/temporibus-by-roberto-cipresso#es  dove poter donare per realizzare insieme questo progetto.
Un occasione importante per il mondo dell’enologia che vedrà la realizzazione condivisa di una produzione con tutti gli appassionati del vino. Una campagna che accentra l’attenzione sulla condivisione della notizia, del progetto e della storia della produzione enologica che ha visto l’Italia da sempre vocata in questo ambito. Un momento ricco di passioni a cui tutti siamo chiamati a dare il nostro piccolo contributo, donando on line, quanto possiamo, condividendo, la notizia, raccontando, giorno per giorno, la crescita di questo sogno condiviso. L’importo obiettivo da raggiungere è di €. 20.000 e sarà  completamente destinato alla produzione e distribuzione di 1.000 bottiglie. Tutto ciò che sarà superato sarà destinato alla ricerca su questi antichi vitigni.
Curiosa come sempre ho contattato Roberto che su Skype e mi lascio rapire dal progetto. Ad accompagnarlo i consulenti della società Sogni Fuori dal Cassetto, gli “acchiappa sogni”. Tra loro Carlo Zanaboni che mi racconta il progetto di Crowdfunding: 
 
Perché crowdfunding per produrre il vino?20140404142204-globo
Quando abbiamo conosciuto Roberto circa un anno fa siamo rimasti affascinati sia dai suoi racconti sulla storia e le origini del  vino, sia dall’impressionante numero di idee che aveva in mente di sviluppare. Ci siamo subito resi conto che non si sarebbe trattato semplicemente di una campagna per produrre un vino, ma per realizzare e condividere un vero e proprio sogno. Vinum Giulii non è un prodotto che incontra le logiche del mercato e senza il Crowdfunding non potrebbe esistere, ma se riusciremo a coinvolgere tanti appassionati di vino da tutto il mondo e convincerli della bontà del progetto…. Allora riusciremo a realizzare questo sogno.
Detto questo, non escludo che in futuro si possa utilizzare il Crowdfunding per altri vini in grado di raccontare una grande storia. Anzi, credo che se il progetto Temporibus avrà il successo e la risonanza anche internazionale che ci attendiamo, a mio avviso, fatte le debite proporzioni, l’esperienza di Roberto Cipresso sarà per il mondo del vino quello che la campagna di crowdfunding del film Veronica Mars è stata per l’industria cinematografica di Hollywood: il primo grande progetto che farà da apripista a quelli che seguiranno.
Come ha reagito il pubblico alla presentazione al Vinitaly
Nella 4 giorni di Vinitaly il pubblico ha reagito con grande curiosità a questa iniziativa. C’è ancora moltissimo da fare dal punto di vista della diffusione della conoscenza dello strumento Crowdfunding, tanto che quasi sempre bisogna spiegare di cosa si stesse parlando. Poi però ascoltando Roberto Cipresso raccontare di come intenda riportare in vita il vino bevuto 2000 anni fa dall’imperatore Giulio Cesare potevi vedere nei volti dei visitatori come stessero davvero quasi viaggiando nel tempo e vivendo quelle scene.
Cosa pensiamo di realizzare
Raggiungendo l’obiettivo dei 20 mila euro Roberto Cipresso sarà in grado di realizzare circa 1000 bottiglie di Temporibus Vinum Giulii, diversamente il vino non verrà prodotto. Inoltre, tutto quello che eventualmente riusciremo a raccogliere in più sarà completamente reinvestito nella ricerca per avviare un secondo percorso di riscoperta di un altro vino ed eventualmente anche un terzo. Roberto in tal senso ha moltissime idee che potrebbero essere sviluppate. 
 
Crowdfunding è insieme a te realizziamo un progetto. Insieme è donare una piccola somma, condividere on line la notizia e farla conoscere e generare un onda di opportunità che nel mondo lo scorso anno ha raccolto oltre 5 MLD di Dollari.