Tennis: Binaghi, ‘orgogliosi di Matteo, ha combattuto contro una macchina da guerra’

9

Roma, 11 lug. (Adnkronos) – “Dobbiamo essere tutti orgogliosi di Matteo, un gran giocatore che ha lottato fino alla fine: c’è mancato poco, e cercare di battere quella macchina da guerra di Djokovic è molto difficile; poi anche con una gamba in difficoltà: ha fatto miracoli”. Lo dice all’Adnkronos il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi al termine della finale di Wimbledon persa da Matteo Berrettini con Novak Djokovic. “Credo che questo match, a Wimbledon e in atri posti, lo rivedremo tante altre volte; e credo che il risultato, gradualmente, cambierà”.