Tensione M5S, Fico ancora giù dal palco di Rimini

35

Rimini, 23 set. – (Adnkronos) – Clima sempre più teso tra i vertici del Movimento 5 Stelle e l’ala ortodossa guidata da Roberto Fico. Nemmeno oggi, a quanto si apprende, il deputato campano dovrebbe parlare dal palco di ‘Italia 5 Stelle’, kermesse riminese dove, con ogni probabilità, Luigi Di Maio sarà proclamato candidato premier del Movimento.

Fico era stato inserito nella scaletta di ieri ma – riferiscono persone vicine a lui – avrebbe deliberatamente deciso di dare forfait, proseguendo la sua protesta silenziosa nei confronti della gestione della vicenda primarie e soprattutto della scelta di conferire al futuro candidato premier del Movimento i poteri del capo politico.

Ad ogni modo Fico, che è arrivato a Rimini nella tarda serata di venerdì, dovrebbe comunque essere presente alla festa: un’occasione per rompere finalmente il silenzio e chiarire la sua posizione.

SIBILIA – Riferendosi alle polemiche scatenate dall’assenza di Fico, parlando all’AdnKronos il deputato pentastellato Carlo Sibilia dice: “Rispolverando la mia laurea in biotecnologie, mi viene da dire che la partecipazione nelle scelte è il Dna del Movimento. Il Movimento – sottolinea – non lo puoi mutare geneticamente. E tantomeno privare del suo Dna. Dell’animo e del cuore. Altrimenti è destinato a scomparire”.

“Queste giornate devono darci la spinta e la forza per aumentare il nostro equilibrio e la condivisione. Se vogliamo governare, non abbiamo altra scelta che aggrapparci al nostro Dna. E’ questa la strada”, conclude il parlamentare avellinese, ex membro del direttorio.

GRILLO – Intanto, a sorpresa, è stato Beppe Grillo ad aprire la seconda giornata cimentandosi, sul palco della kermesse, nell’esecuzione di alcuni brani country e rock anni ’70.