Terme di Montecatini, patto tra pubblico e privato per evitare il crac

69

Tutto rinviato alla prossima assemblea, che sarà straordinaria, per decidere il futuro delle Terme di Montecatini (Pistoia), dopo il recente fallimento del bando di privatizzazione. Con l’obiettivo, come spiega il sindaco della città termale Luca Baroncini, di trovare una soluzione condivisa tra i due soci pubblici (Comune e Regione), proprietari dell’azienda. “All’odierna assemblea – dice Baroncini – abbiamo condiviso la necessità di adozione da parte della società di uno strumento di risoluzione della crisi che sia concertato tra i due soci, in ottemperanza alle esigenze della città”.