Terremoto a Ischia, Mattarella lascia l’isola: Vicini alle popolazioni colpite

40
Si è conclusa la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella nei luoghi colpiti dal terremoto. Il capo dello Stato sta rientrando a Roma in elicottero.
Mattarella parlando con i giornalisti ha voluto sottolineare “come l’isola mantenga la sua ordinata ed efficace struttura e capacità di accoglienza turistica”. E ha aggiunto che “il turismo che c’è in questo momento è la garanzia della straordinaria bellezza d’Ischia”. 
Il presidente ha assicurato il sostegno delle istituzioni ai cittadini colpiti dall’emergenza sisma: “Su questo non vi è alcun dubbio”, ha detto.
Dopo aver visitato le zone rosse di Casamicciola e Lacco Ameno, si è recato ad Ischia, il comune più grande dell’isola verde. Passeggiando a piedi lungo via Luigi Mazzella è stato salutato dall’applauso di turisti e residenti. Il presidente durante la passeggiata si è fermato anche dinanzi alla cattedrale. Da poco ha raggiunto invece l’ingresso che conduce al Castello Aragonese ad Ischia Ponte dove si sta intrattenendo con i sei sindaci dei comuni isolani.
Durante la sua visita nella ‘zona rossa’ di Casamicciola, il capo dello Stato ha incontrato davanti alle macerie Alessandro Toscano, il papà dei tre bimbi salvati dalle macerie. L’uomo aveva in braccio il piccolo Pasquale, il neonato di 7 mesi estratto vivo dopo 7 ore dal crollo.