Terremoto a Ischia, Turri (Filca Cisl): Serve edilizia di qualità

58

“I danni provocati dal terremoto di magnitudo 4 che ha colpito Ischia sono assolutamente inaccettabili, data l’intensità del sisma. Le vittime di questo terremoto sono il tragico e doloroso risultato della mancata cultura della prevenzione, più volte annunciata e mai attuata in maniera efficace, e del degrado degli immobili nei quali viviamo”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Franco Turri. “Il governo dia un segnale forte, e metta in cima alle priorità la messa in sicurezza del territorio e la valorizzazione del patrimonio abitativo, del territorio e delle aree urbane, come si propone il piano Casa Italia. Si intervenga sui bonus per gli interventi antisismici, potenziandoli e rendendoli strutturali, e si rafforzi la lotta all’abusivismo. Infine si pensi a strumenti, come ad esempio il fascicolo del fabbricato, in grado di dare il quadro della situazione e permettere di agire con interventi mirati ed efficaci. La prevenzione e un’edilizia di qualità avrebbero evitato una nuova strage e danni ingenti”, ha concluso Turri.