Terremoto: Conapo, Salvini passi da parole a fatti sui vigili fuoco

44

Roma, 27 dic. (Labitalia) – “Il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a differenza di qualche suo predecessore, non dimentica mai di rendere onore ai Vigili del Fuoco impegnati nelle numerose calamità ed emergenze e così anche per il terremoto che ha colpito la provincia di Catania. I Vigili del Fuoco sono però stanchi di medaglie e pacche sulle spalle. Pretendono dalla politica fatti concreti, poiché meritano lo stesso trattamento retributivo e pensionistico della Polizia di Stato che dipende dal medesimo ministero”. Lo dichiara Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo, in riferimento ai ringraziamenti ai Vigili del Fuoco che il ministro Salvini ha postato su twitter.

“Salvini è a capo dei due Corpi, come può onorare i Vigili del Fuoco – avverte – se nei fatti siamo un Corpo di serie B rispetto alla Polizia? Non può continuare a pagare i pompieri 300 euro in meno al mese rispetto ai poliziotti. Nel contratto di governo, c’è l’ impegno a risolvere la questione ma nella manovra finanziaria che sta per essere approvata non c’è un centesimo per recuperare il divario con gli altri corpi. Chiedo che si passi velocemente dalle parole ai fatti, o almeno alle certezze”.

“Analoga attenzione la chiedo al vicepremier Luigi di Maio, che oggi sarà a Catania per l’emergenza terremoto”, aggiunge Brizzi.