Terremoto in Irpinia 40 anni dopo: l’Ingv ricorda l’evento con incontri e un film

85

Il 23 novembre del 1980 era domenica e fino al tardo pomeriggio non era accaduto nulla di particolare in Italia. Per la terra irpina e lucana, però, il destino aveva riservato un evento storico. Drammatico. Distruttivo. Alle 19:34 un terremoto di magnitudo 6.9 scuoteva la Campania e la Basilicata causando danni inimmaginabili e migliaia di vittime. La terra, gli abitanti, la scienza e i protagonisti della ricerca del tempo si incontrano in un programma articolato su tre giorni, 23, 24 novembre e 27 novembre 2020, organizzato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Università La Sapienza di Roma, l’Università Federico II di Napoli, la Provincia di Avellino, il Comune di Sant’Angelo dei Lombardi e l’Osservatorio sul Doposisma della Fondazione MIdA. Per l’occasione l’INGV lancia il sito “1980_2020, terremoto 80_scienza_memoria_testimonianza”, interamente dedicato al terremoto e ricco di informazioni, dove i visitatori possono navigare tra le memorie, le schede scientifiche, le story maps e molto altro al link: terremoto80.ingv.it.

Nel viaggio dal passato al futuro della ricerca scientifica l’Ingv cura un sito web dedicato e la proiezione del film “Irpinia80 – Viaggio nella terra che resiste”. L’appuntamento è per le 19,34 del 23 novembre.

Questi gli appuntamenti previsti, tutti online, per raccontare l’evento, insieme con il pubblico:

Lunedì 23 novembre, dalle 17:00 alle 19:30. Tavola rotonda. Il terremoto del 23 novembre 1980 | La ricerca, il monitoraggio, la comunicazione scientifica. In un percorso tra passato, presente e futuro, i ricercatori si confronteranno sulle conoscenze dell’epoca e sul contributo che il terremoto del 1980 ha offerto alla conoscenza scientifica odierna. Link http://terremoto80.Ingv.it/diretta_23nov/

Lunedì 23 novembre, dalle 19:34: Première del DocuFilm dell’Ingv “Irpinia80 – Viaggio nella terra che resiste”. Un lungo filo rosso attraversa i luoghi colpiti al cuore dal terremoto del 23 novembre 1980. Protagonista di questo viaggio è una terra, l’Irpinia, che resiste pur mostrando ancora oggi i segni indelebili di quelle ferite. Le donne e gli uomini protagonisti di questa enorme tragedia, i cittadini, le istituzioni e gli scienziati che hanno vissuto in prima persona gli eventi di quarant’anni fa, sono le voci narranti di questo docufilm e raccontano come le loro vite siano cambiate, sconvolte da questo tragico spartiacque. Un omaggio ai protagonisti ma anche a chi, dallo studio di quel terremoto, ha saputo sviluppare negli anni una conoscenza sempre più approfondita del fenomeno per comprendere meglio la sismicità del nostro territorio e mitigare i rischi ad essa associati. Il DocuFilm sarà online sul canale YouTube Ingv Comunicazione Social e sul sito terremoto80.Ingv.it

Martedì 24 novembre, dalle 17:00 alle 19:00 Tavola rotonda Il terremoto del 23 novembre 1980 | Storia, Economia, Stato, Comunicazione e Protezione Civile. Cosa succederebbe se quel terremoto avvenisse oggi nelle stesse zone? Cosa si può fare perché lo Stato faccia di più per la prevenzione? Ne parlano esperti di protezione civile, sismologi, storici, psicologi e politici. Link http://terremoto80.Ingv.it/diretta_24nov/

Venerdì 27 novembre, dalle 17:00 alle 19:00. Tavola rotonda Memoria e testimonianze. Ampio spazio alle testimonianze e alle memorie con la presentazione del libro “Storia di una ricostruzione” di Stefano Ventura, accompagnata dallo spettacolo “Il fulmine della Terra” di Mirko De Martino. Link http://terremoto80.Ingv.it/diretta_27nov/