Test di Architettura, anche in Campania più posti che studenti

60

Più posti disponibili che aspiranti matricole ad Architettura: sono usciti oggi i risultati (anonimi) della prova di ammissione per i corsi di laurea in Architettura, svolta lo scorso 6 settembre. Come comunicato dal Miur, hanno svolto il test in 6.779: dunque continua un vero fuggi fuggi dalla facolta’ e grazie a una concorrenza praticamente inesistente gli studenti che hanno superato i quiz sono già tutti dentro. Infatti, i posti di disponibili messi al bando dal Miur erano 7211, con un eccesso di circa 430 unità rispetto ai 6.779 partecipanti effettivi complessivi (i posti disponibili, tra le altre cose – ricorda Skuola.net – sono aumentati di più di 300 unità rispetto allo scorso anno). In più gli idonei, quelli che hanno totalizzato i 20 punti necessari per concorrere alla graduatoria nazionale e alla distribuzione dei posti disponibili, sono quest’anno appena 5.720, l’84,38% del totale. Di conseguenza, conti alla mano, quasi 1500 posti rimarrebbero scoperti. Perché, oltre al crollo delle iscrizioni, c’e’ stato anche un brusco calo di performance dei candidati. Basti pensare che lo scorso anno quasi tutti (il 97,95%) hanno raggiunto i 20 punti minimi. Nel 2016, ce l’ha fatta il 96,83%. Un test “difficile” quindi, come si vede anche dal punteggio medio nazionale registrato fra coloro che sono risultati idonei. Si è fermato a 34,45, quasi 10 punti in meno dell’anno scorso (45,75) e del 2016 (44,99). Il punteggio più alto è di 84,30 ed è stato conseguito al Politecnico di Milano; non e’ molto lontano da quello degli scorsi anni (86,60 nel 2017 e 82,4 del 2016). Buono il rendimento delle università del Sud: il punteggio medio più alto a livello di ateneo e’ di 42,47 all’Università degli Studi della Basilicata, mentre la percentuale di idonei più alta (100%) si è registrata in 2 atenei: ancora l’Università degli Studi della Basilicata, e Universita’ degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. Gli atenei che, invece, hanno avuto più candidate e candidati tra i primi 100 sono tutti al Nord: il Politecnico di Milano (48), Ferrara (6), Padova (6), Università IUAV di Venezia (6). Sempre oggi poi, l’Assemblea dei Rettori ha confermato alla prima tornata e all’unanimità Gaetano Manfredi, 54 anni, dal 2014 Rettore dell’Università di Napoli Federico II, già presidente della Crui. A Manifredi sono arrivati gli auguri di buon lavoro del titolare del Miur Marco Bussetti.