“The Green Future”, Vito Grassi: Investiamo sui giovani, saranno loro a guidare il cambiamento

45
in foto Vito Grassi, ad di Graded (fonte di Imagoeconomica)

“Chiunque oggi abbia l’ambizione di fare impresa ha il dovere di prendere atto dell’esistenza di un legame profondo tra mondo accademico e sviluppo economico di un territorio. Nell’epoca della globalizzazione dei mercati e delle produzioni, Università, Academy e centri di ricerca rappresentano un fattore fondamentale per alimentare la crescita. Un fattore che è destinato sempre più a diventare un punto di riferimento essenziale per la nuova imprenditorialità innovativa, in larga parte costituita da spin-off della ricerca e da start-up tecnologiche”. Ad affermarlo è il vicepresidente di Confindustria Vito Grassi, intervenendo questa mattina al Seminario “Premio in the Green Future”. “Per avere un tessuto produttivo competitivo – aggiunge Grassi – è prioritario investire sulla formazione della classe dirigente, su giovani laureati brillanti, competenti, con una solida formazione tecnica e un’apertura alla dimensione umanistica, alle soft skill, alla leadership, al confronto, al lavoro di gruppo, al pensiero critico e allo spirito di servizio. Sono e saranno loro a guidare il cambiamento verso una modernizzazione radicale, volta a garantire opportunità di innovazione ed equità territoriale anche nelle aree più disagiate del Paese”.