Tinder, lascia l’app di incontri l’amministratore delegato Nyborg

71
(Pixabay)

Renate Nyborg, amministratore delegato di Tinder, ha lasciato l’app di incontri meno di un anno dopo aver assunto la guida della piattaforma. La sua partenza è stata annunciata nell’ambito di un rimpasto di gestione dell’azienda, ha dichiarato la società madre, Match Group. I piani dell’app di incontri di entrare in nuove tecnologie, tra cui le valute virtuali e altri beni virtuali, sono in fase di revisione nell’ambito del riassetto, ha dichiarato l’amministratore delegato di Match Group, Bernard Kim. Kim ha anche confermato che assumerà il ruolo di Nyborg mentre Tinder cerca un nuovo amministratore delegato permanente. Nyborg era stata nominata prima donna amministratore delegato di Tinder nel settembre dello scorso anno. “Oggi annunciamo la partenza dell’amministratore delegato di Tinder, Renate Nyborg, e ho apportato alcune modifiche al team e alla struttura di gestione che sono certo contribuiranno a realizzare il pieno potenziale di Tinder”, ha dichiarato in una lettera agli azionisti. ”Mentre cerchiamo un amministratore delegato permanente di Tinder, io supervisionerò un team di dirigenti di nuova formazione che gestirà le operazioni quotidiane e garantirà che l’organizzazione di Tinder sia ben coordinata, che porti nuove fantastiche funzionalità a una velocità maggiore e che mantenga le promesse di Tinder. Sarò pienamente integrata nel team del nostro ufficio principale di Tinder a Los Angeles per supervisionare i progressi dell’azienda fino al completamento della ricerca”.