#tiramisuday in primo giorno primavera, iniziative da Eataly

37

Roma, 20 mar. (Labitalia) – Con il primo giorno di primavera domani, 21 marzo, si celebra anche un dolce simbolo del made in Italy: è infatti il #tiramisuday. L’idea è di una coppia del food writing italiano, gli scrittori e giornalisti piemontesi Clara e Gigi Padovani, che hanno al loro attivo decine di libri e che con il loro ‘Tiramisù. Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato’ (Giunti, maggio 2016) hanno rilanciato l’attenzione sulla storia del dessert, riscoprendone le vere origini friulane e venete. E poi, “perché non c’è niente di meglio che affondare il cucchiaio in quel dessert per dimenticare il grigiore dell’inverno”, dice Clara Padovani, strizzando l’occhio ad un irrinunciabile peccato di gola.

In campo, per questa speciale ricorrenza, scende anche Eataly, che, in occasione del Tiramisù Day, coinvolge alcuni dei più seguiti food influencer di Torino, Milano e Roma ai quali, domani, proporrà attività golose e contest dedicati al #tiramisuday e al #tiramisueataly. Sempre domani, Eataly lancerà anche un contest fotografico per tutti i suoi follower che potranno condividere le foto dei loro tiramisù sui canali social con gli hashtag #tiramisueataly e #tiramisuday. Le foto più belle saranno premiate e condivise sui canali social Eataly.

A Eataly Roma Ostiense, in particolare, alle 19, presso lo spazio Stagioni (piano terra), verrà organizzato un contest con alcuni tra i migliori influencer presenti sul territorio, che dovranno reinterpretare la ricetta originale del ‘Tiramisù Eataly’ presentata da Enrico Panero, Executive Chef di Eataly. La ricetta sarà valutata da una giuria di esperti: Enrico Panero, Roberto Cotugno (executive chef Eataly Roma), Pina Sozio (curatrice Guide Gambero Rosso), la Pasticceria Linari, Giuseppe Mancini (Il tiramisù Mancini dal 1947), Francesca Rocchi (vicepresidente nazionale Slow Food). Il 21 marzo, inoltre, in tutti i corner di Eataly Ostiense si celebra la giornata mondiale proponendo varie rivisitazioni del tiramisù e ospitando diverse pasticcerie della capitale.

Proprio in quanto icona e tra i dolci italiani più conosciuti e amati nel mondo, Enrico Panero ha studiato, elaborato e proposto la versione ‘Tiramisù Eataly’. Un progetto che segue quello dello ‘Spaghetto Eataly’, presentato nella primavera del 2017 e diventato in un anno uno dei piatti più apprezzati e serviti in tutti gli Eataly in Europa.

“L’anno scorso in occasione del decimo anno di Eataly – racconta Enrico – abbiamo creato la ricetta di un piatto che da sempre rappresenta la cucina italiana nel mondo: lo spaghetto al pomodoro, semplificando al massimo la ricetta tradizionale e mettendo così in risalto le materie prime utilizzate. Lo stesso abbiamo fatto quest’anno lavorando alla ricetta del ‘Tiramisù Eataly’ concentrandoci su una modalità per realizzare facilmente, anche a casa, un dessert con una grande storia italiana alle spalle”.

Nasce così il ‘Tiramisù Eataly’ preparato con i Savoiardi SavoSardo fatti a mano, il caffè il Supremo della cooperativa sociale Pausa Café, le uova biologiche di Olivero Claudio, il mascarpone fresco Mambelli, il cacao in polvere Due Vecchi di Venchi da pregiate miscele del Centro e Sud America, lo zucchero semolato Italia Zuccheri e panna fresca. Il ‘Tiramisù Eataly’ viene presentato quest’anno, appunto, in occasione del #tiramisuday, ed è disponibile in tutti gli Eataly in Italia e in Europa.