Tirrenia nel mirino del consiglio comunale di Cagliari per la modifica delle rotte

56

Il porto di Cagliari non può essere lasciato al suo destino dalla Tirrenia. E’ davvero inaccettabile che la compagnia di navigazione cancelli le rotte per lo scalo più importante dell’Isola». E’ quanto denuncia il presidente del Consiglio comunale di Cagliari Edoardo Tocco, che preannuncia una battaglia unitaria dell’Assemblea civica sul taglio delle tratte marittime. “La sforbiciata dei collegamenti per Civitavecchia, Palermo e Napoli rischia di determinare l’isolamento del sud della Sardegna dalla geografia delle corse – continua il responsabile dell’Emiciclo dell’aula di Palazzo Bacaredda – Un pericolo non solo sul fronte turistico, ma soprattutto dal punto di vista occupazionale, visto l’impatto del servizio svolto dalla compagnia di navigazione”. Non ci sono dubbi che il porto del capoluogo sardo sia un approdo strategico nel Mediterraneo. “Per questo, l’Emiciclo si schiera con la Regione, il sindaco e le forze sociali per favorire un fronte compatto teso ad impedire il blocco dei collegamenti Tirrenia da e per l’Isola, garantendo così il diritto alla mobilità dei cittadini sardi – conclude Tocco – Occorre scongiurare l’isolamento dei trasporti a causa delle diatribe continue tra la compagnia di navigazione e il Governo. Non possiamo permettere che la società abbandoni la Sardegna per l’inerzia del Ministero dei Trasporti sul nuovo bando per la continuità territoriale”.