TLR 4, il recettore che fa crescere le staminali: da uno studio italiano il futuro della cura per la Sla

81

Scoperto il “lato buono” del recettore TLR4. Normalmente responsabile dei fenomeni infiammatori, il TLR4, se opportunamente stimolato puo’ favorire la crescita e la differenziazione delle cellule staminali neurali (Nsc), attualmente in sperimentazione per una serie di malattie del sistema nervoso, come la sclerosi laterale amiotrofica (SlaLA) e la sclerosi multipla (Sm). Lo rivela uno studio dell’Universita’ di Milano-Bicocca e dall’Irccs Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo pubblicato sulla rivista Cell Death and Disease. I ricercatori hanno osservato per la prima volta che le cellule staminali neurali possiedono il recettore TLR 4 gia’ attivo durante la loro normale fase di crescita. Questo ha permesso di rivelarne la sua doppia natura: se modulato da molecole-farmaco prodotte in laboratorio, il recettore TLR4 delle cellule staminali, invece che indurre l’infiammazione e quindi danneggiare le cellule, favorisce la crescita e la capacita’ di differenziarsi delle cellule staminali stesse. “Questo lavoro – spiega Lidia De Filippis, biologa dell’Irccs Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo e coordinatrice della ricerca – mostra per la prima volta che e’ possibile sfruttare il ruolo positivo del recettore TLR4 per facilitare la crescita ed il differenziamento delle cellule staminali neurali”.