Toffini Academy, a Napoli il “Corso di Alta Cucina” per formare nuovi Chef professionisti

99

Combattere la disoccupazione con la professionalizzazione è l’obiettivo alla base del nuovo progetto della Toffini Academy, la scuola di cucina al centro di Napoli che giunta al settimo anno di attività realizza più di 300 lezioni all’anno tenuti da chef professionisti. Secondo i dati Eurostat di Aprile 2019 i tassi di disoccupazione continuano ad essere molto variabili e si evidenziano in negativo le regioni meridionali italiane, Campania, Calabria e Sicilia, che si ritrovano in fondo alla classifica, agli ultimi 10 posti di 280 regioni europee prese a campione. Il settore della ristorazione è in un trend differente, un’eccellenza del Made in Italy che rispetto agli ultimi anni è in ripresa incoraggiante. La cucina italiana e tutto il settore enogastronomico, osannati in tutto il mondo come sinonimo di qualità e varietà, sono tra i motivi che contribuiscono all’incremento di turisti che ogni anno visita il nostro paese. Ma se da un lato il settore è in crescita, dall’altro non c’è un’adeguata preparazione e i ristoratori non riescono a trovare figure adeguate da inserire nelle proprie strutture. La formazione professionale assume dunque un ruolo strategico andando incontro ai bisogni formativi espressi dalle aziende e alle esigenze dei giovani e dei lavoratori di acquisire competenze e tenersi sempre aggiornati ai cambiamenti del mercato. Il “Corso di Alta Cucina” mira a creare professionisti, a dare loro solide basi che, accompagnate alla propria determinazione, possano accelerare l’inserimento in strutture di alto livello. ” La nostra offerta formativa- spiega Alberto Bertamino titolare della Toffini Academy – è supportata dalla guida e dall’esperienza di istruttori di talento che, attraverso la loro esperienza e la loro professionalità, potranno apportare idee, tecniche e cultura che saranno il bagaglio personale che servirà ai provetti chef per crescere in questo mondo.” Oltre 400 ore in aula tra teoria e pratica, 4 uscite in aziende di produzione, 3 lezioni speciali tenute da Chef di ristoranti stellati e 4 mesi di stage in strutture dell’alta ristorazione: questi i numeri per formare nuovi professionisti che vogliano esprimere la propria creatività in cucina costruendo un futuro solido e remunerativo. “Questo percorso è stato studiato per dare qualcosa in più rispetto alla formazione standard – afferma lo Chef Estatico, direttore didattico del corso – e il fiore all’occhiello è la collaborazione di tanti professionisti che hanno creduto nella validità del progetto e daranno spazio ai nostri allievi nelle loro strutture ristorative”. E si parla di strutture di pregio: Torre del Saracino, Don Alfonso 1890, Taverna Estia, Palazzo Petrucci, Veritas, Aquapetra Spa & Resort, José, George – Grand Hotel Parker’s, non solo grandi nomi, ma eccellenti professionisti che accoglieranno gli allievi per consolidare con il tirocinio la loro formazione.