“Tommariello d’Oro”: Montefusco premia gli irpini illustri

69

Gli irpini illustri tornano nella terra che ha dato loro i natali: l’Irpinia feconda di talenti, di uomini e donne di cui andare fieri. Gli stessi che Montefusco, l’ex capoluogo del Principato Ultra vuole applaudire, vuole ringraziare perché con la loro dedizione, il loro impegno, la loro professionalità, il loro cuore, la loro mente rendono ancora più grande la nostra Irpinia.

L’amministrazione di Montefusco, guidata dal primo cittadino Carmine Gnerre Musto scioglie le riserve e annuncia i premiati alla kermesse attesa – ‘Il Tommariello d’Oro’ – che quest’anno compie ben 12 anni e che si svolgerà il primo settembre nel cuore del centro storico di Montefusco in piazza Castello.

Ecco i nomi dei sette i premiati:

Mario Malzoni: medico, massimo esperto in Chirurgia laparoscopica ginecologica;

Renato Carpentieri: attore insignito del David di Donatello;

Rocco Colicchio: componente del Consiglio di amministrazione della Corte dei Conti;

Carlo Sibilia: sottosegretario al Ministero dell’Interno;

Myriam Clemente: capo ufficio legale e riscossione Agenzie delle entrate Direzione regionale della Campania;

Gerardo Capozza: capo cerimoniale Palazzo Chigi;

Giovanni Meola: direttore del dipartimento di Neurologia Policlinico San Donato Milanese.

Sul palco ci sarà ancora una volta Massimo Giletti, il giornalista con la G maiuscola, autore e conduttore, un amico della cittadina di Montefusco contenta di rivederlo e riabbracciarlo. Con lui una madrina d’eccezione: la meravigliosa Angela Tuccia.

Non solo cultura, non solo riconoscimenti e plausi ma spettacolo, musica, intrattenimento, divertimento con Ikarus, Soleluna, il cabarettista di Zelig Calabrese. Ci sarà anche Giovanni De Vizia che, con la sua voce, incanterà la sua comunità, essendo montefuscano doc.