Top Italian Restaurant, i migliori chef del Belpaese all’estero per Gambero Rosso

32

Valorizzare la ristorazione italiana nel mondo per combattere l’Italian Sounding: è questo l’obiettivo della nuova guida Top Italian Restaurants di Gambero Rosso, che sarà presentata oggi a Roma, una guida digitale in inglese, che attraverso forchette, gamberi, spicchi e bottiglie, simboli oramai riconosciuti a livello internazionale, valuta e recensisce i locali italiani all’estero. I protagonisti di quest’età d’oro della ristorazione italiana all’estero sono, nella maggioranza dei casi, professionisti giovanissimi: attenti, preparati, con esperienze internazionali alle spalle, alla continua ricerca di sperimentazione e con una creatività capace di esaltare le materie prime e incuriosire anche i palati più esigenti. I premiati vanno da Copenaghen a Hong Kong, passando per Parigi: Alessandro Cozzolino, Executive Chef del Grissini Grand Hyatt Hong Kong, premiato come Chef dell’Anno nella Top Italian Restaurants, e Antonio di Criscio, Executive Chef del Ristorante dell’Anno Era Ora di Copenaghen, che del più celebre pizzaiolo di Parigi, Gennaro Nasti, proprietario di Bijou, la Pizzeria dell’Anno. Gli altri premi speciali della Top Italian Restaurants, vanno ad Acquerello di San Francisco per La Carta dei vini dell’Anno e al Rigò di Londra per l’Apertura dell’Anno. La guida nasce dall’esigenza di premiare i portavoce del Made Italy nel mondo, coloro che con il loro estro e la loro creatività trasformano e promuovono le eccellenze dei prodotti italiani. 300 schede inserite grazie ad una fitta rete di collaboratori diramati nei principali paesi in cui l’export agroalimentare italiano è più forte, in una guida che verrà costantemente aggiornata con i migliori esempi della ristorazione italiana all’estero. La guida è disponibile in formato digitale, come una web application, accessibile all’indirizzo http://www.gamberorosso.it/restaurants, ideata per una la lettura da dispositivi mobili. L’export agroalimentare italiano, in crescita del 6,7% nel primo semestre 20171, dimostra forza dei prodotti provenienti dal Belpaese. Gli chef, i pizzaioli e i premiati nella Top Italian Restaurants sono la rappresentazione della migliore e autentica cucina italiana, capace di trasformarsi e adattarsi alle esigenze del posto, ma mantenendo alto il tricolore nella scelta di materie prime di qualità.