Torna il Premio Sepe: tra i vincitori Manfredi, Scudieri, Di Mare e Laurito. Sabato la cerimonia col Cardinale

156
In foto il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli

Il Covid non ferma il Premio Sepe. Sabato prossimo, 17 ottobre 2020, avrà luogo la nona edizione del Premio istituito dall’arcivescovo di Napoli Crescenzo Sepe e organizzato dal Mcl (Movimento Cristiano Lavoratori) e dal suo presidente Michele Cutolo. L’evento si svolgerà nel Centro Congressi Federico II, in via Partenope 36, a Napoli, a partire dalle ore 9,30 con presenze ridotte del 60% e con tutti i Dpi previsti dal protocollo Covid-19, secondo le istruzioni impartite dalla Università Federico II e del protocollo vigente.
“L’iniziativa – si legge in una nota diffusa dagli organizzatori – ha lo scopo di celebrare le personalità partenopee che si sono distinte in campo artistico, scientifico, culturale ma soprattutto sociale. Una giornata dedicata a tutti coloro che danno lustro internazionale e nazionale ai valori campani. Sarà ovviamente presente l’arcivescovo ta di Napoli Crescenzo Sepe. L’evento sarà moderato da Massimo Milone (Direttore Rai Vaticano) e vedrà la partecipazione di ospiti illustri fra i quali gli onorevoli Mario Turco, Ettore Rosato, Cosimo Sibilia e il Presidente di Sport e Salute, avvocato Vito Cozzoli”.
“Verranno assegnati – prosegue la nota – sia premi che riconoscimenti. I premiati saranno: Franco Di Mare (direttore Rai3), Gigi D’Alessio (cantautore), Gaetano Manfredi (ministro dell’università e della ricerca), Maurisa Laurito (attrice, cantante e showgirl) e Paolo Scudieri (imprenditore e Personaggio dell’anno 2020 eletto da FORUMAutoMotive). I riconoscimenti verranno invece conferiti a: Antonio Sergio (proprietario Gambrinus), Vania De Luca (giornalista Rainews24), Cosimo Sibilia (presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente vicario della Federazione Italiana Giuoco Calcio), Annamaria Colao (docente Università Federico II e vincitrice del Geoffrey Harris Award 2020) e Maurizio Di Mauro (direttore Ospedale dei Colli Monaldi Cotugno e Cto).
Sia i premi che i riconoscimenti sono stati assegnati da una giuria scientifica accuratamente selezionata dal MCL. Per citare lo stesso Cardinale Sepe “il premio è un richiamo a valori di cui abbiamo estremamente bisogno. Queste persone testimoniano attraverso la loro vita, in diversi campi, la volontà di superare ostacoli. A Napoli sono tante le eccellenze, le persone che hanno saputo superare le difficoltà e riaffermare i valori diventando maestri di vita per i giovani”. La cerimonia di consegna dei premi, al termine della tavola rotonda su “Economia, Sport e Salute nell’epoca Covid”, sarà condotta da Simona Pisano in collaborazione con Paola Pisani Massamormile.