Torna Innovation Village, sesta edizione il 6 e 7 maggio

86

Economia circolare e innovazione sostenibile, Industrie culturali e creative, Industria 4.0 e Salute e benessere: sono i temi cardine dell’edizione 2021 di Innovation Village, il network sull’innovazione in programma il 6 e 7 maggio. L’evento è promosso da Knowledge for Business con Sviluppo Campania, Enea – Enterprise Europe Network e TecUp, in collaborazione con Regione Campania.
La sesta edizione di Innovation Village sarà interamente digitale, con un folto programma di eventi live sul sito ufficiale della manifestazione (www.innovationvillage.it). Quest’anno il format prevede, oltre alle singole sessioni di lavoro, una diretta in stile televisivo ospitata presso gli studi di Federica Web Learning.
“Il nostro obiettivo – afferma Annamaria Capodanno, direttrice di IV – è la creazione di circuiti collaborativi focalizzati sull’innovazione e sui nuovi scenari di impresa 4.0 ed economia circolare, nonché sui diversi settori di applicazione. Negli anni siamo riusciti ad attestarci come principale evento del Mezzogiorno dedicato al networking tra ricerca, imprese, PA, startup, professionisti e associazioni”.
Con l’emergenza pandemica, lo scorso anno, Innovation Village si è trasformata in una piattaforma virtuale aperta tutto l’anno, con focus tematici, approfondimenti, webinar e sessioni di incontri. “Un grande aggregatore per promuovere tutte le iniziative che arrivano dal territorio. Senza dimenticare l’evento di riferimento, che quest’anno si svolgerà in due tappe, il 6-7 maggio e il 7-8 ottobre”.
L’innovazione a 360 gradi, dunque, in sinergia con chi opera quotidianamente in questo settore. Si parte giovedì 6 maggio alle ore 9.30 con il lancio di Innovation Village Award, il premio annuale che valorizza le esperienze di innovazione sostenibile. Giunto alla terza edizione, IV Award è istituito e sostenuto da Knowledge for Business con ASviS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile; ed ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.
E poi l’innovazione nei vari settori: agro-alimentare, con focus sugli scarti animali, sulla filiera della pesca, sui packaging alimentari innovativi ed ecosostenibili con CNR e sulla filiera lattiero-casearia; culturale, con le opportunità per nuove forme di sviluppo sociale con l’esempio di Procida, capitale italiana della Cultura 2022; e lo sviluppo dei borghi digitali del Sud Italia; health, con Innovation4health e un webinar sulla rieducazione al gesto lavorativo a cura di Inail – Direzione regionale Campania; educativo, con School Village, sezione dedicata alla sensibilizzazione di buone prassi per lo sviluppo e la diffusione delle competenze digitali.
E ancora, le sessioni formative organizzate in collaborazione con gli Ordini professionali, con l’assegnazione di CFP; e approfondimenti sulle misure di sostegno alle imprese sia nazionali che europee con Invitalia.
Gli altri partner sono Ceinge, Giffoni Innovation Hub, Fondazione Mario Diana e D&D Holding, Invitalia, Materias, Opus Automazione, Consorzio Stress Scarl, InnovUp, Ordine Ingegneri Napoli, Premio Best Practices per l’Innovazione, Banca Sella – Sellalab, Cesma, Direzione Regionale Scolastica per la Campania, Società Geografica Italiana, Medaarch, Campania Startup, Odisseo Onlus, PNI Cube, Biologic, Syenmaint, Oasis, e le sette università campane: Federico II, L’Orientale, Parthenope, Università della Campania Luigi Vanvitelli, Suor Orsola Benincasa, Università di Salerno e Università del Sannio.