Torna il sereno in casa Azzurri, superata la Polonia

10

di Diego Pantani

L’Italia non fallisce la vittoria in Polonia mantenendo la permanenza
della serie A in Nations League. Mancini conferma in blocco la squadra
che ha pareggiato con l’Ucraina e fa bene; dopo 58” Jorginho con una
botta da fuori colpisce la traversa sfiorando subito il gol. Al 23’pt
Bernardeschi ci prova con il sinistro su assist di Chiesa ma Szczesny
riesce a sventare il pericolo. Al 30’pt è Insigne a provarci, ma anche
il suo tiro va a sbattere sulla traversa. Al 42’pt l’Italia ha
un’altra nitida palla gol con Florenzi ma il suo tiro viene
neutralizzato ancora da Szczesny. Nella ripresa la partita diventa più
equilibrata ed anche la Polonia ha le sue occasioni, al 73’st con
Milik che da buona posizione calcia un sinistro che esce di poco.
All’81 st Mancini sostituisce Bernardeschi per il debuttante Lasagna e
la mossa si rileva azzeccata. Infatti proprio al 91’st su un calcio
d’angolo battuto da Insigne, Lasagna la spizza per Biraghi che non può
far altro che realizzare il suo primo gol con la maglia della
nazionale. II calciatore dedica la vittoria al suo ex compagno alla
Fiorentina Astori scomparso prematuramente all’età di trentuno anni
meno di un anno fa. L’Italia torna così alla vittoria dopo più di un
anno in gare ufficiali, l’ultima vittoria la decise un gol di Candreva
contro l’Albania. Ora ci sarà la gara contro il Portogallo, ma il
primo posto sembra già affidato ai lusitani che devono ancora giocare
contro la Polonia che retrocede nella serie B della nations League.