Tornano i Venerdì di Ercolano: videomapping e tableaux vivants legati alla figura di Ercole

158
In foto gli scavi di Ercolano

Ritorna nella città degli Scavi l’appuntamento con i Venerdì di Ercolano sebbene in forma ridotta rispetto alle scorse stagioni, a causa dell’emergenza sanitaria. L’iniziativa, prevista nel Piano di Valorizzazione 2020, si articola in due serate del programma Campania by night: 28 agosto e 4 settembre, realizzate da Scabec Regione Campania in collaborazione con il Mibact, Parco archeologico di Ercolano e Comune di Ercolano e prevede percorsi accompagnati al sito, arricchiti di proiezioni di luci e riproposizioni in videomapping di alcuni dei capolavori di pittura e scultura provenienti da Ercolano a partire dagli scavi borbonici. Ad accompagnare i partecipanti saranno i suggestivi Tableaux Vivants, a cura di Teatri 35, che valorizzeranno il percorso tra gli incanti della città antica. I turni di visita – informano dal Parco archeologico – si svolgeranno dalle 20 alle 24 con partenze ogni dieci minuti, (ultima partenza alle 23) per un massimo di 19 visite per ciascuna serata. I gruppi saranno composti da massimo dieci persone ciascuno, per le norme di prevenzione anti Covid 19, con accesso dei visitatori che avranno l’obbligo di utilizzare mascherine per l’intero tragitto, esclusivamente dall’ingresso di Corso Resina. I temi figurativi selezionati per le proiezioni e per i tableaux vivants dell’edizione 2020 sono legati alla figura di Ercole, l’eroe che dà il nome alla città. ”Lungo il percorso verso una ‘normalità’ che richiede uno sforzo collettivo di reciproca fiducia e senso di responsabilità, il Parco archeologico ripropone i Venerdì di Ercolano per dare il senso della continuità ma anche della rinnovata visione delle cose imposta dall’emergenza sanitaria che viviamò’ dice il direttore del Parco archeologico di Ercolano, Francesco Sirano ”E quale migliore idea quest’anno che lasciarsi guidare sotto le stelle da Ercole, l’eroe da cui la città prende nome? L’immagine che abbiamo scelto per questo evento mostra Ercole che si vede rapita la sua futura sposa Deianira dal mostro Acheloo. Una forza bruta della natura, la personificazione di un vorticoso fiume greco, priva Ercole di un bene preziosissimo, l’amore, e a noi piace paragonare questo mostro mitologico al virus che ci contende tanti beni dalla salute, agli affetti, al lavoro. Ercole ci insegna che forza, disciplina, resistenza, solidarietà sono i valori che elevano un essere umano sino ad avvicinarsi persino agli dei: in una parola resilienzà’. I biglietti, per evitare assembramenti all’esterno degli Scavi, è preferibile acquistarli sul sito www.ticketone.it