Torre Annunziata, asilo nido in tribunale per i bambini degli avvocati

53
Il tribunale di Torre Annunziata

“Stamattina si apre l’asilo nido aziendale al servizio degli avvocati, iniziativa promossa dall’ordine degli Avvocati che si propone di aggregarsi, come servizio, anche a un asilo nido comunale, quindi aperto al pubblico. E’ un bel segnale, dobbiamo elevare i livelli di civiltà in tutta la Regione”. Lo ha annunciato il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che oggi ha voluto visitare il nuovissimo servizio di baby sitting inaugurato a due passi dal tribunale di Torre Annunziata. Si tratta di uno spazio dedicato ai bambini per agevolare il lavoro dei genitori avvocati. Un’idea nuova, operativo in Italia solo a Firenze, che consentirà di far conciliare il ruolo di genitore e di avvocato. I locali sono stati benedetti dal parroco di Torre Annunziata prima di un convegno sul ruolo della famiglia ospitato nella piazza coperta del palazzo di giustizia. “Spero che qualcuno capisca – ha sottolineato De Luca – che gli asili nido non si aprono con i tweet ma con il lavoro vero e con la fatica”. Il governatore ha voluto lanciare anche un segnale di attenzione per un territorio, come quello di Torre Annunziata, ad alta concentrazione di clan di camorra. “Questa è una zona importante della Regione in cui registriamo negli ultimi tempi il riaccendersi di focolai preoccupanti – ha osservato il presidente della giunta regionale -. Qui c’è uno dei focolai veri di organizzazioni camorristiche. Bisogna avere una posizione di realismo e di freddezza, guardando in faccia i problemi per quelli che sono, senza occultamento della realtà ma senza drammatizzare. Non contribuiamo anche noi a costruire un’immagine negativa e falsata che si riversa su tutta la Regione ma cerchiamo di mettere in campo azioni efficaci per contrastare i delinquenti”. In territori come quello di Torre Annunziata “dobbiamo lavorare con grande senso del futuro, con tranquillità – ha aggiunto De Luca -, combattendo forme di violenza che riemergono ma sapendo che l’obiettivo e’ costruire standard di civiltà elevati”.