Toscana: Cida, concluso primo ciclo incontri progetto Staltelav

10

Firenze, 7 giu. (Labitalia) – Si è concluso in questi giorni il primo ciclo di incontri sperimentale all’Istituto statale di istruzione superiore tecnica e liceale Russell-Newton di Scandicci del progetto di alternanza scuola-lavoro Staltelav di Cida Toscana. “A valle della sottoscrizione del protocollo di intesa tra Cida Toscana e Regione Toscana-assessorato all’Istruzione e alla Formazione, finalizzato all’implementazione del sistema duale, si è voluto dare immediatamente forma concreta ai punti dell’accordo. La progettazione di Staltelav si inserisce in questo contesto. L’idea di fondo è quella di fornire un contributo tangibile da parte di noi manager al mondo della scuola, cercando di fare acquisire ai ragazzi in alternanza le cosiddette competenze trasversali, ritenute necessarie per affrontare il mondo del lavoro”, sostiene il segretario regionale di Cida, Walter Bucelli.

Diversi dirigenti volontari associati a Cida si sono alternati in una serie di docenze su diverse tematiche: dal problem solving allo spirito di gruppo, al people engagement, all’autoimprenditorialità, alla comunicazione empatica. Alle lezioni in aula sono state alternate alcune visite guidate in importanti aziende del territorio. Maurizio Mastrogiovanni, manager di Cida Toscana e project leader di Staltelav, si dichiara “molto soddisfatto dell’accoglienza che i ragazzi della Terza C scienze applicate hanno riservato al percorso formativo”, sottolineando che “l’attiva partecipazione e l’entusiasmo con la quale i ragazzi hanno frequentato il corso, segnala l’interesse è l’importanza che le tematiche esposte avrà nelle loro vite negli ambiti familiari, sociali e lavorativi”. “L’atteggiamento positivo di studenti in età adolescenziale, non sempre facilmente motivabili, è stato per noi manager trasformati in docenti, di grande gratificazione. Certamente ne è valsa la pena”, aggiunge.

La docente Samantha Taruffi, referente dell’alternanza scuola lavoro per le classi del liceo scientifico tradizionale e di Scienze Applicate, evidenzia ‘la positiva sinergia’ che si è istaurata tra i manager e i ragazzi e conclude dicendo: “Sono sicura che l’esperienza dei dirigenti del progetto avrà un impatto positivo e virtuoso sui nostri giovani studenti”. Il progetto formativo riprenderà dopo la pausa estiva; gli incontri sono stati già programmati dal prossimo settembre con l’inizio del nuovo anno scolastico.