Toyota cresce in Italia, 90 mila auto vendute nel 2021 e una quota di mercato del 6,1% (+1,1% sul 2019)

76

Il Gruppo Toyota, in un contesto di mercato ancora estremamente difficile, nel 2021 ha realizzato in Italia quasi 90.000 immatricolazioni e una quota di mercato del 6,1%, in crescita di 0,7 punti percentuali rispetto al 2020 e di 1,1 punti percentuali rispetto al 2019 (pre-pandemia). “Un risultato straordinario, grazie all’ampia offerta di prodotti e servizi Toyota e Lexus, con soluzioni innovative di finanziamento, noleggio, assicurazione e connettività proposte dal Gruppo e molto apprezzate dai clienti, come per esempio i programmi del mondo Wehybrid”, si legge in una nota. Cresce anche la quota di veicoli elettrificati Toyota e Lexus sul totale delle vendite complessive del Gruppo, raggiungendo nel 2021 il 77,5% (+7,2 punti percentuali rispetto al 2020). Percentuale rappresentata quasi interamente dai modelli con motorizzazione Full Hybrid, sempre più apprezzati dai clienti italiani per la loro accessibilità e facilità d’utilizzo, la risposta più efficace e immediata al contenimento delle emissioni (il Full Hybrid Toyota e Lexus garantisce bassissime emissioni non solo di CO2 ma anche di altri inquinanti, ad esempio, le emissioni di ossidi di azoto -NOx- sono inferiori di oltre il 90% rispetti ai limiti di legge).
Un anno da record per il brand Toyota, che si posiziona al terzo posto nella classifica dei marchi per l’anno 2021. Un risultato storico, con cui Toyota sancisce il suo percorso di crescita nel mercato italiano, realizzando una quota record di mercato del 5,8%, grazie alle oltre 85.000 immatricolazioni. Un importante contributo ai risultati del brand va riconosciuto alla nuova Yaris che, grazie alle 32.633 vetture immatricolate nell’anno, si classifica quinta tra le auto più vendute in Italia nel 2021 e prima auto straniera nel segmento B. Numeri che confermano il grande successo della vettura, l’ibrida più venduta di sempre in Italia, con oltre 170.000 immatricolazioni dalla sua introduzione nel 2012. Importante anche il contributo che Yaris Cross, dalla sua introduzione, sta dando e che continuerà a dare nel 2022, grazie all’ottima accoglienza che sta avendo in termini di acquisizione di contratti. Corolla Touring Sports chiude l’anno con 4.311 immatricolazioni e diventa la prima vettura straniera nel segmento C-SW, con il 20,1% di quota, e prima nel canale delle flotte. Proace City Verso, con 1.285 veicoli immatricolati nel 2021, diventa prima assoluta nel segmento LCV M1, con una quota del 19,8%.
Lexus chiude un anno molto positivo con oltre 4.700 vetture immatricolate e una quota del 1,9% sul mercato premium, la più alta raggiunta dal brand sul mercato italiano. Determinante per questo risultato è stato il contributo di Lexus UX, che ha pesato per oltre il 67% sul totale delle vendite del marchio, con 3.166 vetture immatricolate e una quota del 5% nel segmento C-SUV Premium. “Il 2021 è stato un anno straordinario, coronato da tanti successi, per i quali ringrazio tutti i clienti che ci hanno scelto e dato fiducia. I risultati ottenuti sono il frutto dell’incredibile lavoro di una squadra formidabile, composta da ogni singolo membro delle aziende del Gruppo Toyota in Italia e delle Concessionarie Toyota e Lexus, che hanno saputo valorizzare al meglio le nostre proposte e ai quali va il mio più sincero ringraziamento. Sono orgoglioso di farne parte – dichiara Luigi Ksawery Luca’, Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia -. Ci aspetta un 2022 altrettanto entusiasmante, nel quale avremo tante novità di prodotto, che sfrutteranno al massimo le potenzialità delle nostre tecnologie: quest’anno inizieranno le consegne della Lexus NX, che ha già ricevuto un’accoglienza straordinaria dai clienti. Per Toyota introdurremo la nuova Aygo X (con emissioni particolarmente contenute), la Corolla Cross (con il nuovo sistema ibrido di quinta generazione), il nuovo Proace City Electric e il nuovo Toyota bZ4X, il primo modello della nuova famiglia Toyota bZ, sviluppata sulla nuova piattaforma e-TNGA, completamente dedicata alle auto elettriche a batteria, a conferma del nostro approccio multi-tecnologico per la riduzione delle emissioni”.