Tpl, domani sciopero nazionale: a rischio i trasporti a Milano, Roma e Napoli

84

Mercoledì ‘nero’ per il trasporto pubblico locale. L’Usb ha infatti indetto uno sciopero nazionale di 4 ore per protestare contro “un sistema deturpato dalle privatizzazioni che hanno permesso di assoggettare le funzioni del settore pubblico al conseguimento del profitto di pochi”, come si legge nella nota. “L’emergenza sanitaria – spiega l’Unione sindacale di base – non solo ha evidenziato quanto sia fondamentale il ruolo dei servizi pubblici essenziali, ma ha anche portato alla luce tutte le fragilità di un sistema deturpato dalle privatizzazioni che hanno permesso di assoggettare le funzioni del settore pubblico al conseguimento del profitto di pochi, che si parli di scuola, di sanità o di trasporti! Per questo non si può più aspettare. Non ci si può più permettere di navigare a vista attendendo gli eventi”.
In Liguria lo sciopero del sindacato Usb è stato indetto dalle 11.45 alle 14.45.A Milano, l’Atm ha annunciato possibili disservizi sulla rete tra le 18 e le 2, mentre a Roma l’agitazione interesserà bus, tram, metro e ferrovie Roma-lido, Termini-Centocelle e Roma-Civita Castellana-Viterbo dalle 8.30 alle 12.30. A Napoli e provincia è previsto uno sciopero che coinvolge i mezzi di trasporto dell’Eav tra le 9 e le 13: previsti disagi per i viaggiatori di Cumana, Circumflegrea, Circumvesuviana, MetroCampania NordEst e sui treni a lunga percorrenza per Benevento e Piedimonte Matese.