Tra afa e grandine

10

(AdnKronos) – L’anticiclone africano continua ad abbracciare tutto il Paese, ma non si escludono azioni instabili al Centro-Sud che potrebbero portare piogge sparse e anche – in alcuni casi forti grandinate – a Roma e Napoli, poi sulla Sicilia. Approfittando di una debolezza temporanea dell’anticiclone, fanno sapere gli esperti de ‘IlMeteo.it’, come per venerdì, anche questo sabato “correnti più fresche dai quadranti orientali tra le quote dei 3.000 metri e i 5.000 giungeranno da est dai Balcani e dalla Russia innescando così temporali, per via dei contrasti tra l’aria più fredda con l’aria calda preesistente”.

CENTRO-SUD – Rischio temporali sulle Alpi in discesa verso il Friuli Venezia Giulia e su quelle occidentali verso il Piemonte; e altri ancora sull’Emilia centrale. Ma sono le regioni centro-meridionali a rischiare maggiormente: non solo sulla dorsale appenninica, anche sulle zone di pianura della Toscana (soprattutto grossetano) e su tutto il Lazio fino a Roma città e a tutta la Campania, fino a Napoli, per finire su Basilicata, Molise, Calabria, Puglia e sulle zone interne e orientali di Sicilia e Sardegna, qui con rischio di grandine violenta.