Tra sci e skipass, sulla neve con lo smartwatch il pagamento è al polso

31

Roma, (Labitalia) – La frequenza cardiaca e i passi fatti nel corso della giornata, le calorie bruciate e la qualità del sonno. Sono alcune delle operazioni che gli smartwatch, tramite la tecnologia wireless, riescono oggi a misurare. Permettendo così praticamente di tracciare la nostra attività fisica senza l’utilizzo della classica fascia toracica, ma semplicemente con l’orologio, e nulla più, al polso.

Inoltre, gli smartwatch sono dotati di Gps e altimetro, aspetto non secondario per gli appassionati di sci e snowboard che vogliono monitorare le loro prestazioni.

Ma per gli amanti degli sport invernali l’utilità dello smartwatch non si ferma al supporto nelle attività fisiche sulle piste. Gli , infatti, consentono anche di pagare direttamente con il proprio wearable, eliminando la scomodità di doversi portare il portafoglio sulle piste da sci ed estrarlo prima di inforcare sci e attrezzature, o anche dopo l’attività sportiva.

Un esempio?che abilita i pagamenti con un semplice gesto: appoggiando lo smartwatch sul Pos. Fitbit Pay si può utilizzare ovunque è presente il simbolo di pagamento contactless. Basta aggiungere la propria carta di credito o debito allo smartwatch o tracker Fitbit e si è pronti a pagare.

E per gli sportivi che preferiscono le escursioni in montagna agli sci e hanno bisogno di praticità e leggerezza nell’equipaggiamento, è lo strumento ideale. Mappe percorribili, indicazioni dinamiche del passo, pagamento contactless: tutto a portata di polso. Basta aggiungere allo smartwatch Garmin il sistema di pagamento contactless Garmin Pay per avere un metodo veloce, sicuro e pratico per pagare i tuoi acquisti, con gli sci in mano, dopo essere appena usciti dalle piste o poco prima di entrarvi. E senza tirar fuori portafogli o contante.