Tracce di veleno in aula: chi ha ‘aiutato’ il generale?

31

L’Aja, 30 nov. (AdnKronos/Dpa) – E’ caccia a chi ha procurato il veleno a Slobodan Praljak. Gli inquirenti olandesi hanno trovato tracce di veleno a seguito del suicidio del leader croato-bosniaco compiuto in aula nel giorno di chiusura del processo per crimini di guerra e contro l’umanità contro sei imputati. A darne notizia è stato un portavoce della corte. La sostanza ingerita da Praljak dopo aver ascoltato e contestato la lettura della sentenza che confermava la sua condanna a 20 anni di reclusione “era una sostanza chimica che può essere letale”.

La Corte penale internazionale per i crimini di guerra nella ex Jugoslavia ha chiesto un’indagine indipendente delle autorità olandesi, che intendono concentrarsi su chi ha aiutato il 72enne Praljak a procurarsi il veleno. Praljak verrà sottoposto ad autopsia.