Tram, presentata la nuova stagione teatrale: 15 appuntamenti da ottobre a maggio

29
(foto di Valentino Cosentino)

I numeri della stagione 2019/2020 del Teatro Tram di via Port’Alba parlano chiaro: 15 spettacoli in cartellone, 2 premi Ubu, 7 prime nazionali, 11 prime regionali, 1 spettacolo in realtà virtuale. Tante le novità, tra cui un nuovo orario per lo spettacolo del sabato (ore 19) e tre diverse formule di abbonamento.
Il Teatro Tram conferma la sua vocazione all’innovazione ospitando uno dei primissimi esperimenti di teatro in realtà virtuale firmato da un grande attore, Elio Germano, che presenterà il suo controverso e provocatorio “Segnale d’allarme”. Altri nomi importanti del teatro italiano sono Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari che porteranno in scena “In fondo agli occhi”. Berardi è reduce dalla premiazione come migliore attore italiano al prestigioso “Premio Ubu”, lo stesso premio che, nella categoria miglior spettacolo, è stato vinto dai toscani Sotterraneo che porteranno al TRAM il loro nuovo progetto “Shakespearology”. L’apertura della Stagione sarà affidata alla Compagnia Di Martino/Cerino con “Il Maestro più alto del mondo”, presentato con grande successo all’ultimo Napoli Teatro Festival. Nel cartellone si rinnoverà l’appuntamento con un ospite fisso del TRAM, Giovanni Meola, che quest’anno lavorerà su Amleto. Un altro nome noto al pubblico è Gianmarco Cesario che proseguirà il suo progetto “PopOpera” con Don Giovanni, una versione pop dell’opera di Mozart e Molière. Tra teatro e musica si muoverà anche il nuovo spettacolo di Carmen Pommella: “Venere Tascabile”, dedicato a Laura Betti e Pasolini. Il grande intellettuale sarà rievocato anche dal giovane regista romano Enrico Maria Carraro Moda che presenterà una versione del film di Pasolini “Accattone”. L’attore e regista Antonello Cossia presenterà il suo atteso progetto sul pittore Modigliani, mentre lo scrittore Antonio Mocciola farà debuttare “L’isola degli invertiti” che racconta la persecuzione degli omosessuali durante il fascismo. Nella programmazione del TRAM ci sarà spazio anche per la commedia con “Mamma, mà” di Massimo Andrei, interpretato da Daniela Ioia. Spazio all’attualità con la prestigiosa compagnia siciliana Sutta Scupa che presenterà “Miracolo”, una surreale storia sui migranti. Attualissimo sarà anche il tema affrontato dallo spettacolo “Ad Occhi chiusi” di Luca Pizzurro, ovvero la pedofilia, così come “Lumache” di Pietro Iuliano, che proporrà una riflessione sul lavoro dello scrittore. Infine, il romanziere Cormac McCarthy sarà di ispirazione per “Deep Blue” di Alberto Mele.
“Tra gli obiettivi del TRAM c’è sempre stato il coinvolgimento attivo del pubblico – racconta il direttore artistico Mirko Di Martino -: quest’anno, nel corso della programmazione, gli spettatori potranno partecipare ad un gruppo di lavoro che, in maniera autonoma, sceglierà uno degli spettacoli da ospitare nella prossima stagione teatrale. Infine, il TRAM avvierà la formazione di una compagnia Under 30: i giovani attori e attrici selezionati entreranno a far parte di un gruppo di lavoro che produrrà spettacoli originali e innovativi, impegnandosi in un ampio percorso di studio e di formazione”.

in foto Elio Germano
(foto di Francesco Niccolai)

in foto Carmen pommella